EMERGENZA FIUMICELLO: SUL POSTO BARDI

Condividi subito

Dopo il nuovo stop alla balneazione posto ieri dal sindaco di Maratea Daniele Stoppelli a causa dell’alto tasso dei batteri Eschericia Coli e Enterococchi presenti nell’acqua riscontrato dai rilievi fatti nei giorni scorsi, la situazione è diventata «preoccupante». In questa emergenza, è arrivato in visita il presidente della Regione Bardi in cui ha incontrato il primo cittadino della città, il direttore generale di Acquedotto Lucano, Gerardo Marotta ed i tecnici incaricati di riparare e ripristinare la condotta oggetto di un nuovo guasto. Bardi ha sottolineato che «la salute e la tutela dei cittadini sono per me al primo posto» e per questa si è resa necessaria la sua presenza a Maratea. Bardi, assieme ai tecnici, ha confermato che «tra le cause della rottura non c’è solo una vetustà tecnologica del depuratore, ma soprattutto il sensibile aumento di carico sullo stesso». In sostanza, il presidente Bardi, oltre alle questioni tecniche, ha sottolineato la necessità di «un’indagine ad ampio raggio» per accertare se ci siano «altre cause» che portano agli altissimi livelli di inquinamento, come ad esempio ipotetici scarichi abusivi. Il governatore ha assicurato che, se i rilievi dell’Arpab nei prossimi giorni saranno positivi, si potrà quindi revocare il divieto di balneazione. In aggiunta, il presidente ha altresì sottolineato che il futuro della situazione, come sottolineato da Cronache Lucane, potrà esser risolto solo con il «già previsto allontanamento dello scarico a mare della tubazione». Intanto, sulla questione è intervenuto anche l’assessore regionale all’Ambiente Rosa che ha sottolineato che «in data 26/08/2019 alle ore 9.00 è fissato un sopralluogo tecnico presso l’impianto di depurazione in località Ogliastro del Comune di Maratea, Al sopralluogo parteciperà il Direttore Generale del Dipartimento Ambiente ed Energia, il Dirigente e la competente P.O. dello scrivente Ufficio e dell’Ufficio Prevenzione e Controllo Ambientale. Il Gestore unico dovrà assicurare la presenza di proprio personale tecnico e garantire altresì la presenza della Ditta gestrice del citato impianto con il personale addetto alla gestione.

Condividi subito