Le Cronache Lucane

PLASTICHE MELFI: DUBBIO IMPATTO AMBIENTALE

Dopo il devastante incendio, sono ancora in corso gli accertamenti sul potenziale inquinamento

Incertezza assoluta: è questa la situazione che attornia la questione della Plastiche Melfi, andata a fuoco domenica pomeriggio a San Nicola di Melfi per causa ancora da stabilire assolutamente. Intanto, ci sono svariate preoccupazioni collegate all’infausto evento: la prima è per quanto concerne l’analisi dell’impatto ambientale, in corso di verifica da parte dell’Arpab che si pronuncerà nei prossimi giorni. Unico dato confortante, da questo punto di vista, è il mancato bruciare dei solventi, che avrebbe complicato non poco la situazione. La seconda preoccupazione riguarda il destino dell’azienda, visto che nell’incendio è andato a fuoco il magazzino dello stabilimento con quasi tutte le scorte di materiali. L’azienda, che conta svariate decine di operai, non ha al momento rilasciate alcuna dichiarazione. Unica nota positiva della vicenda, è l’assenza di feriti visto che il personale era in ferie. Sulla questione è intervenuto il sindaco di Melfi, Livio Valvano, che ha sottolineato la necessità di far luce sulla vicenda: in modo particolare, le prime ricostruzioni punterebbero il dito contro l’erba alta e incolta del terreno confinante con l’azienda, il quale parrebbe essere di proprietà del Consorzio Industriale di Potenza.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com