LETTERA di MASSIMO CALENDA “CAPO UFFICIO STAMPA GIUNTA” a VITO BARDI

Condividi subito

MASSIMO CALENDA

LETTERA CAPO UFFICIO STAMPA GIUNTA A BARDI

Di seguito la lettera che il responsabile dell’Ufficio stampa della Giunta regionale, Massimo Calenda, ha inviato al presidente Vito Bardi in relazione al suo incarico.

Gentile Presidente, Caro Bardi

desidero in primo luogo ringraziarti per la fiducia e la responsabilità attribuitami con il conferimento dell’incarico di Capo ufficio stampa della Regione Basilicata, formalizzato di recente con deliberazione della Giunta.

Sul punto, mi duole constatare che tale legittima determinazione ha suscitato polemiche infondate e critiche scomposte nei Tuoi riguardi, così come nei confronti della Giunta da Te presieduta.

Per queste ragioni, al fine di eliminare ogni qualsiasi contestazione strumentale che possa riflettersi negativamente sull’azione di Governo della Regione, ritengo conseguentemente di rinunciare a quella quota di trattamento economico aggiuntivo riconosciuto in ragione della specifica qualificazione professionale posseduta.

In questa fase di riorganizzazione degli uffici di diretta collaborazione, auspico naturalmente che il settore della Comunicazione possa essere oggetto di accurata attenzione e di opportuna razionalizzazione, per l’importanza strategica che riveste per l’azione di Governo regionale, che con tanta dedizione e responsabilità stai indirizzando.

A tua disposizione per ogni iniziativa utile per riavviare un proficuo lavoro di rilancio dell’azione della Regione Basilicata anche in ambito nazionale, colgo l’occasione per inviarti i più cari saluti.

LE PRIME REAZIONI POLITICHE

Roberto Cifarelli :

NOMINA CAPO UFFICIO STAMPA: BARDI DOVREBBE DIRCI GRAZIE

~ Ieri sera, con una lettera “paracula“, il sig. Calenda, il giornalista campano che per sua stessa ammissione sarebbe pure parente del Presidente Bardi, ha comunicato la decisione di “rinunciare” a circa 40.000 euro del suo contratto “al fine di eliminare ogni qualsiasi contestazione strumentale che possa riflettersi negativamente sull’azione di Governo della Regione”.

È una lettera “paracula” nel vero senso del termine in quanto para il sedere del Presidente e della sua Giunta dal reato di falso ideologico e di abuso d’ufficio.

Ricorderete che qualche giorno fa avevo presentato una interrogazione al Presidente in quanto aveva nominato con delibera il proprio capo ufficio stampa (il sig. Massimo Calenda della redazione Tgr Campania) inciampando, a nostro avviso, in alcune grossolane irregolarità in quanto veniva nominato un non laureato nel ruolo da dirigente con un compenso pari a quello dei direttori generali, ed inoltre il curriculum del sig. Calenda veniva allegato successivamente al momento dell’adozione dell’atto.

Rimangono ancora perplessità circa la procedura e le norme invocate (che verificheremo non appena la nuova delibera sarà disponibile).

Nel frattempo Bardi dovrebbe ringraziarci perché nel nostro ruolo di controllori abbiamo evitato che egli e la sua Giunta incorressero in reati contabili e penali. Auguri di buon lavoro al sig. Calenda ~

Condividi subito