ARPAB, SILEO (LEGA) PER L’AZZERAMENTO VERTICI

Condividi subito

Sul caso Arpab, col fiume di milioni di euro che non si trovano più, ma che sono necessari per scongiurare il blocco delle attività,  anche la consigliera regionale della Lega, Dina Sileo, è giunta a una conclusione: l’azzeramento dei vertici. «Il problema più grande che ereditiamo e che è frutto di superficialità nella gestione della Convenzione Masterplan e che ha visto nei giorni scorsi imbarazzanti rimpalli fra il Direttore dell’Agenzia Iannicelli ed i Dirigenti uffici programmazione e finanze – ha dichiarato Sileo -, è la possibilità che le spese di dotazione di personale non possano essere sostenute con Fondi della Comunità Europea. Del resto, ad attenti e scrupolosi Amministratori e Direttori, non poteva sfuggire quanto già segnalato dalla Sezione Autonomie della Corte dei Conti nel 2014 in merito alla esclusione dei contratti di assunzione “il cui costo sia totalmente finanziato a valere su Fondi dell’Unione Europea o privati”». Sileo ha segnalato come tutti, in Regione come all’Arpab, sapevano o avrebbero dovuto sapere sin dall’avvio del Masterplan che quei milioni di euro prima o poi per come stanziati non sarebbero stati più reperibili. Per questi e altri motivi si preannuncia un repulisti generale, tanto all’Arpab quanto nei competenti uffici regionali. «Stiamo verificando – ha aggiunto la consigliera regionale – la legalità, la trasparenza e la congruità delle spese effettuate e l’operato corretto di Direttori e Dirigenti negli investimenti realizzati all’avvio del Masterplan».

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583