DAL PANE DI MATERA ALLA FRAGOLA CANDONGA

Condividi subito

Capitale della Cultura 2019 e patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, Matera è adagiata sui due anfiteatri naturali del Sasso Caveoso e del Sasso Barisano con al centro la Civita, dove l’arcaico si mescola al moderno. All’interno del Parco della Murgia, sono da esplorare le 150 chiese rupestri ed i loro tesori artistici. Matera è una città tra le più antiche del mondo, il cui territorio custodisce testimonianze di insediamenti umani a partire dal paleolitico e senza interruzioni fino ai nostri giorni. Matera è al centro di un incredibile paesaggio rupestre che conserva un grande patrimonio di cultura e tradizioni, ed è sede di eventi espositivi di grande prestigio nazionale ed internazionale. Nel 1993 l’UNESCO dichiara i Sassi di Matera Patrimonio Mondiale dell’Umanità e nel 2019 diventa Capitale Europea della Cultura. Simbolo d’eccellenza della città, il Pane con il suo profumo inebria i vicoli di Matera e con la sua forma ricorda il paesaggio della Murgia, riportando alla mente sapori di altri tempi Matera è terra di vini  ma anche di olio, ottenuto dall’oliva ,majatica, funghi cardoncelli, salumi, formaggi e pasta fresca. Spostandosi nel Metapontino, l’ortofrutta di qualità eccellente arricchisce il paniere lucano: dai cavoli bianchi o rossi alle bietole, dalla rucola selvatica ai finocchi, dalle arance alla famosa fragola Candonga. Un gioiello della natura che nasce da incroci naturali dell’estesa area del Metapontino.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com