CORTE DEI CONTI: MONITI SUI DG IN REGIONE

Condividi subito

La sezione di Controllo della Corte dei Conti della Basilicata ha parificato parzialmente il rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2017. Il Bilancio contiene delle voci di spesa non correttamente contabilizzate come quelle relative al Fondo crediti dubbia esigibilità, al fondo rischi e al fondo altri accantonamenti.  Persistono criticità sul disvelamento dell’effettiva consistenza dell’equilibrio contabile del bilancio pubblico che non consentono di renderlo esente da elementi di falsità. Manca l’esatto livello di veridicità. Continua, per esempio, la cronica inversione di tendenza sulla spesa del personale: invece di essere contenuta, è in aumento. In più nel 2017 oltre 20 le persone assunte in violazione delle norme legislative. Tra le falle del Bilancio anche le retribuzioni dell’area dirigenziale. Si è creato un corto circuito per i Direttori generali. Dalla parifica con eccezioni, il monito a non nominare gli esterni e misura superiore a quella consentita dalla legge. Anche per gli interni, però, non poche bocciature sono provenute dalla stessa magistratura contabile. E’ stato inoltre sospeso il giudizio di parifica su varie questioni, per paventato rischio di incostituzionalità. Il disavanzo registrato nel bilancio 2017 è pari a 42 milioni di euro, Ma i dubbi sull’effettiva consistenza dell’entrata prevista, in quanto alla luce del rapporto tra le entrate previste, quelle accertate e quelle riscosse emerge ancora qualche differenziale, si riflettono negativamente sia sulla copertura finanziaria delle spese che sulla giusta allocazione delle risorse.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583