TROVATE ARMI ANCHE A MURO E PICERNO

Condividi subito

Proseguono incessanti le operazioni dell’Arma dei Carabinieri sul territorio lucano. A Muro Lucano gli uomini della Benemerita della locale Stazione, a seguito di controlli mirati hanno colto un uomo, classe 1965, sposato, in possesso di una pistola calibro 7,65 riposta all’interno della propria autovettura, parcheggiata lungo la strada pubblica alla periferia del paese.
Sebbene l’arma fosse regolarmente denunciata, doveva essere custodita esclusivamente presso l’abitazione dell’uomo, sul quale i carabinieri già nutrivano sospetti che avesse portato la pistola al di fuori delle mura domestiche. A seguito del controllo l’arma è stata immediatamente sequestrata.
Anche a Picerno i carabinieri durante un controllo domiciliare hanno rintracciato un uomo che, durante il controllo in atto, non ha esibito la pistola a tamburo calibro 7,65 seppure risultava legalmente denunciata.
I controlli su tutto il territorio partono dal Comando Provinciale Carabinieri di Potenza, che attraverso le Stazioni locali, sta attuando servizi mirati finalizzati a verificare il rispetto della normativa in materia di detenzione, custodia delle armi e del relativo munizionamento.
Nell’effettuare le verifiche presso le abitazioni dei legittimi detentori, i Carabinieri ad oggi hanno sequestrato sul territorio regionale 5 fucili, 5 pistole e 295 munizioni di vario calibro, illegalmente detenuti, ritirato cautelarmente 2 fucili ed 1 pistola, per l’inosservanza delle relative prescrizioni di custodia, e inoltrato alla Prefettura di Potenza, quale autorità amministrativa competente, le conseguenti proposte di revoca di detenzione armi. In tale contesto, sono stati effettuati controlli anche in altri comuni, tra i quali Atella, Marsico Nuovo, Melfi, Noepoli, Rapolla, Rionero in Vulture, San Severino Lucano. In ragione delle diverse violazioni accertate, i Carabinieri delle rispettive Stazioni hanno deferito i soggetti in questione in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

Condividi subito