NOTTE BIANCA E CURARTE A POTENZA

Condividi subito

Nel centro storico di Potenza è andata in scena la “Notte bianca della cura”, promossa dall’Associazione Amici dell’Hospice dell’Ospedale San Carlo. L’iniziativa è stata realizzata grazie alla collaborazione di scuole elementari, scuole di musica, canto, danza e teatro, scrittori, giornalisti, grafici, ognuno dei quali ha dato vita alla parola “cura” con la propria arte. In Piazza Prefettura EmozionArti – LA CURA RACCONTATA DAI BAMBINI Laboratorio per bambini a cura di Kikipedia e lo SPETTACOLO DEI BURATTINI “LA STORIA DI SAN GERARDO” a cura dell’Associazione Culturale Portatori del Santo a seguire lo SPETTACOLO CLOWN “ENTRATE E RIPRESE” dell’Associazione Gente Allegra. Non è tutto, LA CURA SULLA PUNTA DELLE DITA dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti APS di Potenza e presso la Chiesa di San Michele Arcangelo Riflessioni sul “prendersi cura” partendo dalla figura di San Martino di Tour, patrono delle Cure Palliative con Don Mimmo Florio. Realizzata anche una tavola Rotonda “Libertà di cura, diritto di cura, dovere di Cura” con la partecipazione del Tribunale per i Diritti del Malato, Fondazione AIL, personale sanitario Hospice, Presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Potenza, Direttore Cure Domiciliari e Palliative ASP Potenza, Associazione Amici dell’Hospice, Amasil. Tantissimi insomma gli eventi e difficile elencarli tutti, fino all’incontro con Andrea Galgano autore del libro “Non vogliono morire questi canneti” e Mimmo Sammartino con “La ballata dei miracoli poveri”. In chiusura il concerto finale e la performance di digital live panting .

Condividi subito