TRIPALDI: MERRA E LEONE LITIGANO, COVIELLO GODE

Condividi subito

Sulle inaspettate manovre del centrodestra per le nomine dei Direttori generali, dinamiche che di fatto stanno causando un immobilismo, pare, così riportano i rumors, che stia avendo un ruolo di “burattinaio”, politicamente inteso, occulto il coordinatore regionale di Forza Italia, partito che ha indicato Bardi come governatore: Moles. Che sul tema nomine ieri ha riunito i suoi (tutti: dai consiglieri agli assessori) insieme al deputato Casino. Dal Consiglio è in partenza, il presidente Cicala l’ha silurato ufficiosamente, il Direttore generale del Dipartimento segreteria generale del Consiglio: Domenico Tripaldi. Al suo posto il predestinato è l’interno Antonio Agostino. Il Santarsieriano Tripaldi, però, è destinato a non abbandonare la Regione. Porte girevoli a via Verrastro. Uscirà dal Consiglio regionale, queste le previsioni, ed entrerà in Giunta per le sue doti. In due a contenderselo: l’assessore alla Sanità, Rocco Leone, e quello alle Infrastrutture, Donatella Merra. C’è un alt che però potrebbe cambiare le sorti del ballottaggio. Con buona pace dell’assessore Leone, il quale recalcitra per le indiscrezioni di stampa. Ma deve farsene una ragione. Essere assessore regionale ti espone senz’altro in maniera differente dall’essere consigliere comunale di un paese. Prima di addentrarsi nello stop al passaggio di Tripaldi a uno dei Dipartimenti connessi agli assessorati citati, bisogna fare una premessa. Tra titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo varie le nomine che nel Consorzio Aeroporto Salerno Pontecagnano spettano alla Regione Basilicata per via delle quote societarie che possiede. Bardi, in autonomia, cosa che non è andata giù agli alleati, ne ha pronte due. Da alcune fazioni del centrodestra, tra i più motivati a sostenere la seguente petizione c’è il consigliere regionale Tommaso Coviello (Lega), si sta alzando con forza la richiesta di procedere alle nomine, soprattutto a quelle dei Direttori generali, in maniera organica e non scomposta alla “ognuno per fatti suoi”. Così partendo dal caso Tripaldi, la richiesta è ok allo scambio Consiglio-Giunta, ma in maniera inversa e speculare. Tripaldi, tra il serio e la provocazione, deve andare al posto del Dg Vito Marsico al Dipartimento della Presidenza. Tra i due litiganti, Merra e Leone, è proprio il caso di dire il terzo gode: Coviello. Tanto più in ottica elezioni comunali ad Avigliano. Coviello, infatti, è proprio di Avigliano, paese del quale Tripaldi è stato sindaco. E con le elezioni alle porte, nuove alleanze diventano quanto mai importanti. E questa è una buona e ulteriore motivazione per bloccare la nomina di Tripaldi alla Sanità o alle Infrastrutture per dirottarlo ancora più in alto.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583