BRINDISI M., LA REGIONE DICE NO ALLE TRIVELLE

Condividi subito

L’ente Regione Basilicata si costituira’, ‘ad adiuvandum’ del governo nazionale, nel giudizio promosso dalla Rockhopper contro il diniego sul permesso di ricerca denominato Masseria La Rocca, nel comune di Brindisi di Montagna, al confine con il comune di Potenza. “Nei giorni scorsi – ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Rosa – ho dato disposizioni ai miei uffici finalizzate all’autorizzazione alla costituzione in giudizio per sostenere le ragioni del no al permesso di ricerca denominato Masseria La Rocca. L’intervento della Regione Basilicata nel giudizio non era indispensabile. Si tratta, infatti, del ricorso contro un decreto ministeriale e per tale motivo la Regione risulta essere solo controinteressata”. Tuttavia “la costituzione in giudizio un segnale importante, per dire – aggiunge Rosa – l’ennesimo ‘no’ all’aumento dei pozzi petroliferi nella nostra terra. La Regione Basilicata, inoltre non si costituira’ nel giudizio che lo Stato ha intrapreso innanzi la Corte Costituzionale, contro la norma regionale che lo scorso Consiglio ha approvato in regime di prorogatio e che raddoppia i limiti massimi per la produzione di energia da fonte rinnovabile stabiliti dal vigente Piano di indirizzo energetico ambientale”. “È un atto concreto – conclude l’assessore lucano – per affermare la contrarieta’ del nostro governo regionale all’eolico selvaggio. La volonta’ del governo Bardi e’ quella di preservare il territorio e di tutelare l’ambiente con atti concreti, seppure nei limiti delle competenze assegnate alle Regioni dalla Costituzione”.

Condividi subito