CATANIA POTENZA 1-1

Condividi subito

Si sono concluse con la rete di Di Piazza al ’79 le speranze ed i sogni dei tifosi del Potenza di continuare la corsa per il passaggio alle semifinali dei play off, tifosi che come abbiamo visto non hanno mancato di ringraziare la squadra per l’ottima prestazione. L’avventura è  terminata nel peggior modo possibile. Non solo per il gol di Di Piazza, ma anche per quella rete che grida “vendetta” siglata a dieci minuti dalla fine da Sales ed annullata per fuorigioco  dal direttore di gara e che tra l’altro, avrebbe tagliato definitivamente le gambe ad un Catania che, lo ricordiamo, contro il Potenza, in questa stagione sportiva resta a corto di vittorie.
E non solo di vittorie, ma anche di gioco, di determinazione e di impostazione tattica, che ha intimorito e non poco gli etnei sin dalle primissime battute. Infatti la squadra di Sottil ha iniziato la gara con il baricentro molto basso, mentre il Potenza di Raffaele si è sempre affacciato con aggressività nella trequarti etnea. Un atteggiamento quest’ultimo “spregiudicato” viene premiato con la rete che sblocca il risultato: Emerson crossa in area e Lescano, lasciato libero di saltare in area, spizza di testa e batte Pisseri. Poi in campo si sono visti soltanto i rosso-blù. Fino al ’79 quando Di Piazza s’invola, vince il contrasto con Sales, arriva di fronte a Ioime e lo buca col diagonale. Infine, la rete annullata che per certi versi è la fotocopia della rete del vantaggio siglata da Lescano. Ma il direttore di gara dice no e  taglia tutte le speranze per i rosso-blu di espugnare il “Massimino”.

Condividi subito