ASSASSINIO NOEMI: SLITTA LA SENTENZA

Condividi subito

Ancora un rinvio per il processo che vede protagonista Lucio Marzo, il 19enne di Montesardo nel leccese, accusato dell’omicidio della 16enne Noemi Durini avvenuto il 13 settembre del 2017. Come ricordiamo , il corpo della minorenne fu ritrovata senza vita dopo dieci giorni dalla sua scomparsa sotto un cumulo di pietre alla periferia della stessa cittadina. Per Lucio Marzo è un processo di appello ed è stato già condannato in primo grado a 18 anni e 8 mesi di reclusione. Ora bisogna aspettare il 7 giugno per capire come e se ci saranno degli sviluppi sulla prima condanna. Il processo era fissato per questa mattina presso l’aula Cesare Mallia, sezione minori, del tribunale ordinario di viale De Pietro. La Corte d’ Appello, presidente Maurizio Petrelli, ha accolto la richiesta del legale
difensore di Lucio Marzo, avvocato Luigi Rella che ha chiesto che venga dedicata alla discussione un’udienza ad doc, vista la complessita’ del carico di udienze in programma oggi presso la Corte d’Appello. Alla richiesta non si sono opposti i legali delle parti. Lucio era presente in aula. Tradotto dal carcere di Quartuccio, dove e’ detenuto. Il suo legale parla di lui come di una persona diversa, “molto cambiata e che sta prendendo coscienza del reato di cui si e’ macchiata”.

Condividi subito