Omicidio Luzzara, Antonella Barbieri assolta perché incapace di intendere e volere

Condividi subito

Uccise i figli: assolta perché incapace di intendere e di volere

17 maggio 2019 di Margherita Grassi

Antonella Barbieri dovrà trascorrere 10 anni in una Rems, una residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza

LUZZARA (Reggio Emilia) – Assolta perchè “totalmente incapace di intendere e di volere al momento dei fatti”. Finisce così il filone giudiziario seguito alla choccante vicenda del duplice infanticidio del dicembre 2017.
Antonella Barbieri non è stata condannata per aver ucciso i suoi figli Kim e Lorenzo: non si rendeva conto di quello che stava facendo. Dovrà trascorrere 10 anni in una Rems, Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza. In quale, verrà comunicato più avanti tenendo presente che la 40enne carpigiana è già, dall’estate scorsa, detenuta nella struttura psichiatrica di Castiglione delle Stiviere.
Così ha stabilito il gup di Mantova Matteo Grimaldi con la sentenza di primo grado emessa alle 14 dopo un processo con rito abbreviato. La donna infatti è stata ritenuta idonea a subire un processo, ma la perizia del dottor Pietro Lucarini di Verona, nominato dal tribunale, l’ha definita completamente incapace al momento dei delitti, e anche l’accusa – il sostituto procuratore Silvia Bertuzzi – ha concordato per una richiesta di assoluzione.
Il 7 dicembre di un anno e mezzo fa, col marito, Andrea Benatti, al lavoro, la donna aveva soffocato Kim, di 2 anni, con un cuscino nella loro abitazione di Suzzara, poi aveva caricato Lorenzo, 5 anni, in auto e aveva guidato fino alla golena di Luzzara. Lì aveva ferito a morte con un coltello il bimbo e poi aveva rivolto l’arma contro se stessa. Un pastore, nel tardo pomeriggio, aveva trovato il piccolo deceduto e lei in gravi condizioni. Dopo il ricovero in ospedale, Antonella Barbieri era stata condotta in carcere a Torino, prima del trasferimento nella struttura mantovana.
La donna non era in aula. C’era la madre, che vive a Reggiolo: l’unica che sta mantenendo contatti con lei oltre al suo avvocato Federica Ghesini, alla quale Tg Reggio ha chiesto se Antonella ricordi quello che è successo. Ma il legale ha preferito non rispondere.  

Omicidio Luzzara, Antonella Barbieri assolta perché incapace di intendere e volere

La donna uccise a Suzzara (Mantova) e Luzzara (Reggio Emilia) i figli Lorenzo Zeus (5 anni) e Kim (2 anni). Dovrà restare dieci anni in una Rems

FONTE

È stata assolta perché ritenuta incapace di intendere e volere al momento dei fatti, Antonella Barbieri, 41 anni, la mamma che il 7 dicembre del 2017 uccise a Suzzara (Mantova) e Luzzara (Reggio Emilia) i figli Lorenzo Zeus, cinque anni, e Kim, nati dal matrimonio con Andrea Benatti. Lo ha deciso oggi il Tribunale di Mantova con il giudice per le indagini preliminari Matteo Grimaldi. La donna dovrà rimanere ricoverata per dieci anni in una rems, l’ex ospedale psichiatrico giudiziario.

Attualmente si trova rinchiusa nella rems di Castiglione delle Stiviere.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com