IL PICCOLO GERARDO RIVIVE IN GRANDI GESTI

Condividi subito

Quando si spegne una vita è sempre un grande dolore, ancor peggio se si tratta di un bambino. In tutti a Muro Lucano è ancora vivo il ricordo del piccolo Gerardo di circa due anni, deceduto in un incidente a Tito lo scorso marzo. I genitori Anna Lopez ed Antonio Pantuosco hanno vissuto un lutto indescrivibile, ma il loro piccolino continua a vivere nelle tante iniziative che portano il suo nome. Nei giorni in cui avvenne la disgrazia ed il funerale, fu effettuata una raccolta fondi che ha fato i suoi frutti: all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma si è infatti inaugurato un lettino tutto speciale, che porta il nome di Gerardo. Il presidio sanitario “Life start”, sarà utilizzato dai piccoli pazienti che ne avranno bisogno per patologie respiratorie.
Quella sera di marzo erano da poco passate le 19:00 quando l’Anas comunicava che un grave incidente era avvenuto in corrispondenza del km 40,000 sulla corsia Nord del Raccordo Autostradale 5 “Sicignano-Potenza”, in direzione Sicignano, più precisamente all’altezza dello svincolo della zona industriale di Tito in direzione Salerno. Coinvolti nell’impatto sono subito risultate essere due auto, una Seat Leon e una Bmw, ed un camioncino.
Il dolore ha accomunato le cinquemila anime muresi strette intorno ai due giovani coniugi, oggi quel dolore diventa emozione, la stessa che ha provato la coppia varcando il reparto di Chirurgia Neonatale diretto dal dottor Pietro Bagolan, invitati alla cerimonia di inaugurazione a Roma.
Non si tratta però dell’unico ricordo vivo di Gerardo: solo lo scorso 14 marzo a Muro Lucano veniva invece ricordato nel “Primo memorial Gerardo Pantuosco”, con un amichevole delle categorie di Primi Calcio e di Pulcini di Muro Lucano, il quadrangolare di calcio a 5 in formula semifinale e finale delle squadre di Muro Fustal, Castelgrande, Bella e Real Murese.

Condividi subito