PICERNO E BARI VICINI ALLA SERIE C

Condividi subito

Con nove punti di vantaggio sul Cerignola e dieci sul Taranto, a quattro giornate dalla fine del campionato di Serie D, il Picerno dei miracoli ormai è virtualmente nel calcio che conta. Per la promozione in serie C la squadra splendidamente allenata da Giacomarro dovrà attendere ormai solo la matematica e finalmente potrà coronare un sogno incredibile. I rossoblu lucani nell’ultimo turno di campionato hanno superato senza eccessivi patemi il malcapitato Pomigliano ed approfittato delle defaiances di Taranto e Cerignola per allungare ulteriormente in classifica. Basterà raccogliere 4 punti negli ultimi 360 minuti finali di questa stagione ed i festeggiamenti per l’accesso nel calcio che conta potranno scattare. In realtà ci saranno da giocare gli scontri diretti proprio contro le più immediate inseguitrici ma il patrimonio di punti messi in cascina mette al riparo da qualsiasi sventura. A dare una mano ai corregionali del Picerno per il salto di categoria ci ha pensato quel Francavilla di Lazic che battendo sul Sinni la corazzata Taranto ha definitivamente messo fuori gioco gli ionici per la vittoria del campionato. Con sette punti di vantaggio sul Nola 13mo in classifica i rossoblu blu del Sinni sono ad un passo dall’ennesima salvezza anticipata. Se nel girone H il Picerno ha vinto tra la sorpresa generale, nel girone I il favoritissimo Bari pur sconfitto a Nocera sta avendo la meglio sulla Turris diretta inseguitrice staccata di 8 punti in graduatoria. I bianco rossi hanno sicuramente dominato la stagione e se nel prossimo turno dovessero battere il Portici con concomitante stop della Turris potranno stappare lo spumante per il ritorno tra i professionisti. Rotonda ai play out per salvarsi

Condividi subito

Vittorio Laviano

335 6939972