DUE RUMENI ARRESTATI PER FURTO

Condividi subito

I carabinieri della stazione di Lavello, in collaborazione con i colleghi di Venosa e Foggia, hanno eseguito nel comune di Orta Nova un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Trani. Il provvedimento è stato emanato nei confronti di due cittadini rumeni domiciliati, nel comune di Orta Nova, ritenuti responsabili di furto aggravato. Il provvedimento è stato disposto dall’Autorità giudiziaria di Trani per dei fatti che risalgono al 12 maggio del 2017. Quel giorno i carabinieri di Lavello avevano scoperto, a bordo di un’autovettura con targa bulgara dove viaggiavano i due uomini arrestati, un palanchino di ferro (meglio noto come piede di porco) un tubo di gomma, un aspiratore di aria, un bidone in ferro contenente 100 litri di gasolio e una matassa di cavo elettrico di 20 metri. Il materiale era stato sequestrato dal momento che i due cittadini rumeni non erano stati in grado di giustificarne il possesso. A seguito di indagini successive i militari dell’arma della stazione di Lavello avevano accertato che proprio quella mattina del 12 maggio il proprietario di un’azienda agricola in agro di Canosa aveva subito il furto di un considerevole quantitativo di gasolio e di materiale vario che custodiva all’interno di un capannone di cui era stato forzata la porta blindata. Il capannone dista solo 5 chilometri dal luogo in cui i carabinieri hanno perquisito l’auto dei due rumeni che, arrestati, sono stati associati presso il carcere di Foggia

Condividi subito

Vittorio Laviano

335 6939972