Ci stringiamo alle famiglie delle vittime di Christchurch in NuovaZelanda

Condividi subito

a chi si è ispirato l’attentatore new zealandese ?

c’è anche il nome di Luca Traini ! Ecco dove l’odio e il razzismo rischiano di condurre l’umanità Nella storia è già avvenuto, non ci arrenderemo mai alla violenza.

Ci stringiamo alle famiglie delle vittime di Christchurch in NuovaZelanda

#NOeffettosalvini #sapevatelo2019

Ursula Franco “sui caricatori del commando di attentatori che hanno fatto una strage in una moschea in New Zealand c’è il nome di Luca Traini… quando gli psicopatici (e compagnia cantando) ispirano altri psicopatici… e c’è chi plaude”

Cordoglio dai leader di tutto il mondo per l’attentato nella notte in Nuova Zelanda. Mentre Palazzo Chigi tace

Invece, oggi, ci rendiamo conto della gravità del fenomeno. Innanzitutto, andrebbe classificato come merita: ovvero come attentato terroristico in piena regola. Se quello di Chritschurch lo è (almeno 40 vittime bastano a certificarlo), lo era anche quello di Macerata. Poiché, lo abbiamo scoperto oggi, quello di Christchurch proprio a Macerata si è ispirato.

Chi sono i nomi scritti sul fucile dell’autore della strage in Nuova Zelanda Poco prima dell’attentato Brenton Tarrant aveva pubblicato sui social la foto di un caricatore su cui erano scritti alcuni nomi e riferimenti storici

Poco prima della strage nella moschea in Nuova Zelanda, uno degli attentatori di Christchurch, in Nuova Zelanda, aveva pubblicato sul suo profilo Twitter la foto di tre caricatori per armi automatiche sul quale erano stati scritti alcuni nomi.

Tra questi ci sono due italiani: Luca Traini e Sebastiano Venier.

Il killer, un australiano di 28 anni, Brenton Tarrant [chi è], ha pubblicato un manifesto anti-immigrati di 74 pagine, in cui dice, tra le altre cose, afferma di essere un “fascista”.

Ma chi sono i nomi scritti sul caricatore dell’arma? Eccoli, uno per uno.

Luca Traini

Luca Traini è un neo-fascista italiano di 29 anni che il 3 febbraio 2018 ha sparato contro sei persone nere perché voleva vendicare l’omicidio della 18enne Pamela Mastropietro. Le sei persone sono rimaste ferite e non c’entravano nulla con la morte della ragazza. Traini è stato condannato a 12 anni di carcere e ha affermato di essersi pentito.

Sebastiano Venier

Sebastiano Venier fu doge della Repubblica di Venezia nel XVI secolo. Venier era il generale dei veneziani nella famosa battaglia di Lepanto, che nel 1571 vide la Liga Santa papale sconfiggere i turchi.

Alexandre Bissonette

Alexandre Bissonette è uno studente canadese che nel 2017, quando aveva 27 anni, uccise sei persone in una moschea a Quebec City, in Canada. Il giovane è stato condannato a 40 anni di carcere. Rotherham Il riferimento è alla città di Rotherham, che si trova nel nord dell’Inghilterra, dove nel 2014 si scoprì che 1.400 erano stati abusati per anni. Molte delle persone arrestate per le violenze sessuali facevano parte della locale comunità pachistana.

Novak Vujosevic

Novak Vujosevic è considerato l’eroe dalla battaglia di Fundina, che nel 1876 a Kuci, in Montenegro, vide l’esercito cristiano montenegrino contrapposto a quello musulmano ottomano.

Shipka Pass

Con battaglia di Shipka Pass si fa riferimento a quattro battagli combattute nel 1877 in Bulgaria tra l’impero russo e quello ottomano. I russi riuscirono a fermare l’avanzata turca. Vienna 1683 Il riferimento è alla battaglia di Vienna che si combatté tra l’11 e il 12 settembre 1683 tra la coalizione cristiana austro-polacco-tedesca per respingere l’assedio dell’esercito turco alla capitale austriaca. Lo scontro si concluse con la vittoria dei cristiani.

Condividi subito