RINNOVATO IL CONTRATTO COLLETTIVO FCA

Condividi subito

Nel pomeriggio di lunedì 11 marzo è stato finalmente siglato il rinnovo del contratto collettivo specifico di lavoro dei dipendenti FCA per il prossimo quadriennio. La firma del Ccsl è giunta a margine di un nuovo incontro che si è svolto a Torino cui hanno partecipato azienda e sindacati. Sono previsti aumenti della paga base del 2% all’anno la cui prima tranches sarà corrisposta a partire da aprile 2019. Le altre tre tranches arriveranno rispettivamente a febbraio 2020, gennaio 2021 e gennaio 2022. Si conclude così una lunga trattativa avviata tra azienda e sindacati ormai già da quattro mesi. “Con questo rinnovo del contratto collettivo – spiega il segretario generale Uilm, Rocco Palombella – garantiamo ai lavoratori FCA di Melfi aumenti annuali della paga base per quattro anni che corrispondono ad un incremento a regime medio di 144 euro mensili pari all’8% in più degli importi attuali. Si tratta di un rinnovo contrattuale che sfida la crisi poiché guarda con fiducia al futuro, riconosce aumenti salariali rilevanti in una fase di difficoltà dell’economia in generale e del settore dell’auto in particolare”. Il comparto metalmeccanico della Cisl. “Si tratta di un risultato positivo su tutti fronti – aggiunge il segretario gentile Fim, Marco Bentivogli – da quello salariale a quello dell’innovazione contrattuale con molti aspetti qualificanti sulla parte normativa. L’incremento per un operaio addetto al reparto montaggio di quinto gruppo seconda fascia ammonta a circa 130 euro mentre al lavoratore professionale saranno riconosciuti 179 euro”. La Fismic. “Arriviamo a questa firma senza un’ora di sciopero dopo quattro mesi di trattativa – aggiungere il sindacalista, Roberto Di Maulo – a dimostrazione che la scelta compiuta 10 anni fa di varare un contratto nazionale specifico è una scelta tuttora vincente. Mi piace sottolineare infine che la firma del contratto giunge pochi giorni dopo la conferma del piano industriale Italia giunta a Ginevra la scorsa settimana e che assicura investimenti innovativi in grado di dare un futuro a tutti lavoratori italiani smentendo gli uccellacci del malaugurio che avevano per l’ennesima volta pronosticato il fallimento della Fca in Italia”.

Condividi subito

Vittorio Laviano

335 6939972