ARRESTO PER DROGA A BARILE

Condividi subito

Dopo Potenza la banda nigeriana dedita allo spaccio di droga allarga i suoi confini e tenta di espandersi anche nel Vulture. I carabinieri della stazione di Barile, infatti, sabato 2 marzo scorso hanno tratto in arresto, in flagranza, un cittadino nigeriano di soli 23 anni richiedente asilo politico e ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In tarda serata i carabinieri hanno notato il giovane aggirarsi per le vie del centro abitato di Barile con fare circospetto. Nel vedere che i carabinieri si stavano avvicinando il ragazzo africano ha subito gettato a terra un involucro in cellophane ed ha tentato di darsi alla fuga. Il 23enne africano, però, è stato bloccato e perquisito dai militari dell’arma. All’interno della confezione lasciata a terra i carabinieri hanno rinvenuto quattro dosi di marijuana pronte per lo spaccio. Nel corso della perquisizione effettuata all’interno della camera da letto del centro di accoglienza straordinario CAS, dove il ragazzo è ospitato, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una busta in plastica contenente altri 180 g di marijuana nonché 58 € in banconote di piccolo taglio provento dell’attività illecita. Soldi e droga erano stati abilmente nascosti all’interno del materasso del letto, tagliato lateralmente, così da potervi nascondere droga e denaro. Il giovane, arrestato, è associato presso la casa circondariale di Potenza. Preoccupa questa escalation dello spaccio di droga in Basilicata che grazie alle forze dell’ordine si cerca di arginare. Dopo gli arresti di Potenza, Marsicovetere, Muro Lucano e Genzano adesso Barile. Recrudescenza criminale!

Condividi subito

Vittorio Laviano

335 6939972