Le Cronache Lucane

IL PARTITO SOCIALISTA DISTRUTTO anche DA RICCARDO NENCINI VALE UNO ZERO ASSOLUTO

Il risultato, ovviamente, sarà ancora una volta, zero eletti in Europa e zero eletti in Piemonte. E i conti saranno in ordine.

GERARDO LABELLARTE

Gerardo Labellarte : IL PSI E I CONTI IN ORDINE

Nella lettera con la quale annuncia di non ricandidarsi alla guida del PSI, Riccardo Nencini afferma di lasciare i conti in ordine. Affermazione abbastanza spericolata, diciamo. I conti veri del PSI, cioè quelli che “contano”, sono stabilmente a zero. Zero stabile nei sondaggi, che oramai non rilevano più il PSI da anni, tanto che oramai gli stessi dirigenti lo considerano un dato acquisito. E, quel che più conta, zero stabile alle elezioni. Dello sconcertante risultato della lista Insieme non vale neanche parlare, visto che gli stessi partecipanti l’hanno precipitosamente abbandonata. E poi zero eletti alle regionali in Lombardia e Lazio, zero in Sicilia, zero in Abruzzo e Sardegna. Anche in questi casi ci si è fatta l’abitudine, tanto che le disfatte non si commentano neanche più. E speriamo che i coraggiosi socialisti della mia regione d’origine, La Basilicata, cui rivolgo gli auguri più affettuosi, riescano nei prossimi giorni ad essere la brillante eccezione. La quale comunque, come dice il noto adagio, non farebbe che confermare la regola. Di fronte a tutto questo servirebbe una svolta radicale, e per questo si celebra un congresso straordinario. Ma la mozione congressuale scritta da Del Bue e che ha come primo firmatario Nencini, reca il segno della più piatta continuità. Nessuna sfida, nessun orgoglio, genericità e indeterminatezza dei rapporti e delle alleanze politiche. Insomma, come si fa da tempo, alle stringenti domande della politica si risponde menando il can per l’aia.

Alla domanda: “con chi farete le elezioni europee, le cui liste si presentano tra meno di due mesi?”, si risponde morettianamente: “Faccio cose, vedo gente”

Il risultato, ovviamente, sarà ancora una volta, zero eletti in Europa e zero eletti in Piemonte. E i conti saranno in ordine.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com