PITTELLA TRATTA LA RESA

Condividi subito

L’ex governatore lucano Marcello Pittella arriva allo sprint finale della deposizione delle liste per le regionali nel peggiore dei modi possibili. L’indicibile previsione si è avverata. Il lauriota ha preso coscienza con rassegnato stupore di essere nel centrosinistra lucano un atollo al centro di un arcipelago di isole che stanno andando alla deriva. Alla scissione della coalizione si è aggiunto il problema di quelli stanno varcando il confine per approdare nel centrodestra. Tra questi ci sarebbe persino Piergiorgio Quarto. Gli allarmi suonano da ogni angolo del perimetro Partito democratico. Per questo Pittella ha fatto scattare il Piano B: trattare la resa. Le riunioni proseguono senza soluzione di continuità e come in conclave nella sala “Gianturco” del Park Hotel. Dopo mesi Speranza e Pittella sono di nuovo faccia a faccia per definire accordi programmatici. Anche Lasorella, data l’imminente riunione della coalizione di centrosinistra, ha il suo piano b: ritirarsi dalla competizione. Rinuncerà a essere della gara regionali. Ad ogni modo Pittella in regalo per il suo passo di lato potrebbe ottenere molto che nel caso di vittoria del centrosinistra può significare un assessorato importante o la presidenza del Consiglio, più nomine varie per accoliti del suo cerchio magico e così via. Il dettaglio rende meno faticosa, in un certo senso, la trattativa per la consegna della candidatura a governatore. Nella prima lista di nomi che Pittella ha consegnato come suoi sostituti, ce ne già una nuova con altre tre alternative, sono comparsi il segretario regionale del Pd Mario Polese, il capogruppo consiliare del Pd, Vito Giuzio, l’attuale assessore alle attività produttive, Roberto Cifarelli e come outsider Giovanni Oliva. Il dirigente del Dipartimento regionale politiche agricole e forestali, nonchè segretario generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019, ha un piccolo problema. Come Pittella è indagato, per la vicenda dei presunti curriculum falsi in Regione, pure lui. Dalla nuova lista di nomi al vaglio dei dissidenti dem e di Speranza è trapelato già un nome: Rocco Colangelo

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583