Le Cronache Lucane

OCULISTICA AOR SAN CARLO SI PROPONE PER CURE A FOTOREPORTER

Fotoreporter ferito in Siria: Micalizzi colpito al volto, rischia un occhio
Il fotoreporter monzese Gabriele Micalizzi è ricoverato nell’ospedale militare americano di Baghdad. Non è in pericolo di vita, ma avrebbe perso la vista da un occhio.
Il fotoreporter monzese Gabriele Micalizzi è ricoverato nell’ospedale militare americano di Baghdad. Non è in pericolo di vita, ma avrebbe perso la vista da un occhio: è stato ferito lunedì nel sud-est della Siria al fronte tra Isis e forze curde colpito al volto dalle schegge di una granata. Seguiva i combattimenti sulla riva orientale dell’Eufrate con un collega brasiliano della Cnn.

Il Centro oculistico dell’Azienda Ospedaliera regionale San Carlo di Potenza si propone per la gestione dei seguiti del grave trauma bulbare subito dal 35enne fotoreporter italiano Gabriele Micalizzi, ferito – si legge in una nota – lunedì sul fronte tra l’Isis e le forze curde nella Siria sud-orientale.

A offrire le competenze dell’oculistica del “San Carlo”, che rappresenta una delle eccellenze della sanità lucana nel settore, sono il Direttore generale dell’Azienda ospedaliera regionale, Dottor Massimo Barresi, e il responsabile del Centro oculistico, Dottor Domenico Lacerenza.

Vista l’importanza del fattore tempo nella gestione delle lesioni traumatiche bulbari ai fini prognostici, avendo appreso dagli organi di informazione la notizia e essendo specializzata in eventi di questo tipo, l’AOR San Carlo si è candidata a seguire il fotoreporter in questa importante fase del decorso post operatorio.

Il giovane operato all’occhio nell’ospedale militare americano di Bagdad, da quanto appreso dalle agenzie di stampa, non è in pericolo di vita. Non sono, infatti, stati danneggiati organi vitali e si attende il trasferimento in Italia con la stabilizzazione delle sue condizioni.

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com