FEZZUOGLIO: IL RICORDO NON SI SPEGNE

Condividi subito

Il comune di Bella ha ricordato il carabiniere Donato Fezzuoglio, medaglia d’oro al valor militare, assassinato ad Umbertide 13 anni fa mentre sventava una rapina nell’adempimento del dovere; all’epoca dell’agguato mortale si era appena sposato ed aveva un bambino piccolissimo. Ad oggi i due assassini di Donato, Raffaele Arzu, ex primula rossa sarda e Pietro Pala, ex allevatore, scontano l’ergastolo grazie alla decisione della Corte d’Assise di Perugia, che  impose la massima pena e nessuna attenuante per quel crivellio di colpi inflitti con un kalashnikov su Fezzuoglio, che sventava una rapina in atto al Monte dei Paschi. Per celebrare il ricordo dell’Appuntato nel tredicesimo anniversario dal tragico evento è stata celebrata la cerimonia religiosa nella chiesa Santa Maria Assunta in Bella, alla presenza dell’Arma dei Carabinieri della locale stazione e della limitrofa di Muro Lucano. Una pagina nera resta scritta nella storia del tessuto sociale bellese e non solo.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com