“LAVAVA” I SOLDI DEL MILITARE: CONDANNATA

Condividi subito

Confermata la condanna a tre anni e sette mesi di reclusione per la lucana sessantenne Maria Potenza di Ripacandida. I fatti riguardano vicende che hanno visto come protagonisti Potenza e il marito comandante dell’Arma dei Carabinieri presso l’Ispettorato del lavoro. La condanna citata emessa nell’ottobre del 2017 e adesso confermata dalla Cassazione, si riferisce a  «diffuse condotte corruttive e induttive per fatti risalenti agli anni 2007, 2008, 2009».  Per l’accusa Potenza consapevolmente “ripuliva” le somme di denaro «provenienti da attività concussiva del marito». Tra le vittime anche un colorificio, un panificio  e un imprenditore che ha dovuto consegnare soldi più una lavatrice. La coppia, come emerge dal quadro probatorio, si è anche fatta la casa per la villeggiatura, a Santo Stefano al Mare in Liguria e in provincia di Imperia, acquistandola «ad un prezzo vistosamente inferiore rispetto al valore di mercato». Per questo reato, però, i giudici hanno dichiarato l’intervenuta prescrizione. Tornando alla “lavatrice” del denaro, uno dei metodi utilizzati per depistare la provenienza illecita del contante era quello di versarlo su un libretto di deposito di una cooperativa di consumo, per poi prelevarlo mediante assegni. Tra le somme in questione c’è anche quella che il marito militare ha ottenuto in danno di un imprenditore, in occasione di un infortunio verificatosi presso la sua azienda, dal quale aveva «lucrato considerevolmente». La difesa della lucana Potenza ha contestato che «le violazioni commesse dall’imputata costituivano una mera parentesi nella vita di una donna, la quale non agiva in posizione paritaria con il marito». I giudici però hanno respinto questa versione perchè la donna condivideva l’«attività corruttiva e concussiva posta in essere dal marito nell’esercizio delle sue funzioni ». Per questi e altri motivi la condanna a tre anni e sette mesi di reclusione per la lucana Maria Potenza di Ripacandida è stata confermata

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583