FRANCONI HA DECISO: SI VOTA IL 24 MARZO

Condividi subito

Le prossime regionali lucane si svolgeranno il 24 marzo. E’ questa la data riportata nel nuovo decreto della facente funzioni di governatore Flavia Franconi obbligata a emanare nuova indizione a seguito della sentenza del Tar di Basilicata che ha bocciato l'”eccentrico” election day di maggio deciso a novembre. All’indomani della consultazioni con il presidente del Consiglio regionale, Vito Santarsiero, e con i capigruppo dell’area di maggioranza Franconi ha inteso disattendere l’ulteriore richiesta dilatoria del centrosinistra che avrebbe preferito il 31 marzo. Santarsiero, il cui parere per Franconi non è vincolante, aveva risposto alla facente funzioni sollecitandola a far tornare i lucani al voto, così come imposto dai giudici amministrativi, il prima possibile. Così Franconi ha propeso per la prima individuata quasi nell’immediato il giorno stesso della sentenza del Tar: quella del 24 marzo. Il nuovo decreto Franconi ha sottratto dal limbo il Pd e alleati. Adesso che la data c’è ed è ufficiale è iniziata per davvero la corsa alla formazione delle liste. Il 10 si terranno le primarie che incoroneranno il candidato presidente. Pittella vuole il bis in Regione, snobbando a discapito dell’unità della coalizione il posto da consigliere regionale, e Pd e centrosinistra appaiano più disgregati che mai. Il centrodestra, invece, dovrebbe finalmente ufficializzare il candidato presidente. I vertici nazionali attendevano l’indizione delle regionali per farlo e hanno già pronto l’annuncio che sarà il generale Bardi, escludendo colpi di scena dell’ultima ora, a guidare la coalizione. Ad ogni modo l’obiettivo dei ricorsi al Tar è stato così raggiunto: dopo la forzatura di novembre, i lucani torneranno al voto due mesi prima rispetto all’election day del 26 maggio.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583