SAN CARLO, PARCHEGGI GHIACCIATI: È PERICOLO

Condividi subito

“E’ assurdo che un dipendente venga a lavorare in ospedale e debba finire in pronto soccorso per uno scivolone sul ghiaccio che si è formato nei parcheggi scoperti per la nevicata notturna e le basse temperature”. A denunciare l’accaduto è il segretario provinciale della Fials di Potenza Giuseppe Costanzo che protesta e  contesta l’incuria e trascuratezza del gestore e  l’indifferenza dell’azienda sanitaria che “non si preoccupa della sicurezza per i suoi dipendenti”. 

“Già in estate – insiste Costanzo – avevamo denunciato con forza lo stato di abbandono e di sporcizia dei parcheggi del San Carlo, per la totale incuria dei gestori. E anche allora le nostre sollecitazioni erano cadute nel vuoto. Ora il problema è più serio: i parcheggi esposti si sono trasformati in vere e proprie piste di pattinaggio e sono impraticabili, con gravi rischi per l’incolumità di utenti, familiari dei pazienti, dipendenti”. Costanzo denuncia il fatto che “Una lastra di ghiaccio ricopre la quasi totalità del parcheggio, rendendolo rischioso e occorre afferrarsi a quello che si trova, per evitare cadute pericolose. Il concessionario che ha cospicui margini di profitto non si preoccupa né di spargere sale né di ripulirlo. Eppure è evidente che un parcheggio ospedaliero è utilizzato da molti utenti deboli: pazienti, anziani e bambini”.

“Sono gia numerosi – spiega il segretario provinciale della Fials – gli accessi al pronto soccorso per le cadute accidentali negli spazi attigui all’ospedale. La direzione aziendale deve assumersi le sue responsabilità e pretendere che gli impianti siano messi in sicurezza”.

Condividi subito