ORO NERO: MAL D’AGRI E DECRETO BLOCCA-TRIVELLE

Condividi subito

Il docufilm “Mal d’Agri 2019” degli autori Mimmo Nardozza videomaker freelance direttore di produzione del festival multidisciplinare Città delle 100 scale e Salvatore Laurenzana fotografo/video maker professionista impegnato in una costante “fotografia critica” della sua regione per quanto riguarda la natura delle condizioni industriali, sta già toccando molti comuni lucani, in ultimo proprio quello di Picerno, proiettato grazie al patrocinio del comune e con l’organizzazione di “Potere al Popolo Basilicata” e del “Collettivo 10 maggio”. A sei anni dal primo documentario sulla questione petrolifera in Basilicata, dal titolo “Mal d’Agri”, i due autori si sono rimessi a lavoro per continuare a seguire con un’opera di controinformazione di le ormai ventennali estrazioni petrolifere che ne segnano incontrovertibilmente il territorio, con un nuovo lavoro di documentazione politica, sociale e ambientale sulla questione petrolio in Basilicata. Intanto è proprio di questi giorni la notizia giunta dal Mise dello «stop per tre anni» alle trivellazioni nello Ionio: il provvedimento impone la sospensione ai permessi di ricerca per idrocarburi già rilasciati e anche per le richieste ancora pendenti.

Condividi subito