CENTRODESTRA: BARDI-ARANEO L’INSOLITO DUO

Condividi subito

I vertici nazionali di Forza Italia, partito che in Basilicata ha la prerogativa sul candidato governatore della coalizione, se lo erano detto. Per ufficializzare il nome sul quale puntare per la scalata alla Regione bisognava e bisogna aspettare la data ufficiale delle regionali lucane. Il ricorso al Tar contro il decreto Franconi non convinceva i vertici di Forza Italia sul voto a maggio e i fatti lo hanno dimostrato. La sentenza ha ribaltato i piani. Adesso che a breve verranno nuovamente indette per marzo le regionali sarà tutto ufficiale. Ufficiosamente, però, il candidato già c’è. Ed è il generale Vito Bardi. Il quale è stato avvistato a Maratea e in generale nell’area sud della Basilicata mentre girava per iniziare a sondare il terreno e il potenziale bacino elettorale. Ma non è tutto. Ciò che ha fatto più scalpore e messo in agitazione gli alleati è un’altra notizia. Bardi è stato accompagnato da un personaggio noto alla politica lucana. Il suo nome è Mario Araneo. Ciò darà molto da lavorare anche al commissario della Lega in Basilicata, il novarese Marzio Liuni, che dovrà, alla luce di questo aggiornamento, tenere a bada i colleghi lucani. Araneo è stato il segretario, l’addetto di segreteria,l’impiegato amministrativo, nonché autista dell’ex governatore lucano del Pd, Vito De Filippo. Mario Araneo è stato, tra l’altro, condannato, proprio quando era segretario di De Filippo, dalla Corte dei Conti di Basilicata per aver danneggiato l’immagine della Regione. Diffusasi la notizia dell’accompagnatore di Bardi, l’ex luogotenente di un asso della sinistra lucana, il malumore è iniziato pesantemente a circolare tra gli alleati di coalizione in Fratelli d’Italia e nella Lega. Si teme già al “grande inciucio” tra destra e sinistra.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583