FEDERICO SECONDO E LA BIANCA LANCIA

Condividi subito

La sistemazione attuale del maniero si deve a Federico secondo di Svevia, il quale attorno al 1230 lo rifondò, ampliandolo e completandolo scondo lo stile tipico dei castelli federiciani. Venne aggiunta una torre nell’angolo sud-est, chiamata, torre dell’imperatrice. Una leggenda narra che Federico, accecato dalla gelosia,fece rinchiudere la sua compagna Bianca Lancia che era in procinto di partorire proprio in questa torre, fino alla nascita del piccolo Manfredi. La giovane per testimoniare la sua innocenza e la sua fedeltà, dopo il parto si tagliò i seni e li presentò su di un piatto d’argento insieme al nascituro. Alcune testimonianze affermano che il fantasma di Bianca si aggiri ancora tra le mura del castello, tra lamenti e urla strazianti.

Condividi subito

Angela Minici

La Basilicata possiede un enorme patrimonio culturale fatto di castelli, miti, leggende e tradizioni popolari. Farli riviere significa non dimenticare, portarli avanti permette di affidarli alla memoria delle generazioni future.