MORTE DI MARIA UNGUREANU: SI VA VERSO L’ARCHIVIAZIONE DELLE POSIZIONI DI DANIEL E CRISTINA CIOCAN

Condividi subito

Daniel Ciocan
Il 16 gennaio si terrà l’udienza fissata dal GIP Flavio Cusani in seguito alla richiesta della procura di archiviare le posizioni di Daniel e Cristina Ciocan, abbiamo sentito in merito la criminologa Ursula Franco, consulente della difesa dei Ciocan, la quale da sempre sostiene che Maria è morta per cause accidentali mentre si trovava con un’amica e non in seguito ad un omicidio.
Maria Ungureanu
A dare ragione alla difesa sono stati per due volte il GIP Cusani, i giudici del Tribunale del Riesame di Napoli e quelli della Cassazione che tra l’altro hanno sostenuto che “sospetti molto inquietanti gravano proprio sui genitori della bambina, almeno per quanto concerne gli abusi sessuali”.

 

 

 

 

Dott.ssa URSULA FRANCO

– Dottoressa Franco tra qualche giorno si terrà un’udienza cruciale,che accadrà?

Come lei ben sa, nel giugno scorso il professor Francesco Introna ha fornito una nuova consulenza medico legale alla procura di Benevento e nelle sue conclusioni ha escluso che Maria sia stata uccisa, pertanto è chiaro che la posizione dei fratelli Ciocan non potrà che essere rivista in toto anche alla luce di questa inferenza del professor Introna, che peraltro priva di ogni valore eventuali rivisitazioni in merito all’ora della morte di Maria, almeno per quanto riguarda le posizioni dei Ciocan.

 

Genitori di Maria Ungureanu

– Dopo l’archiviazione che cosa vi aspettate?

Il nome dell’autore delle violenze che la bambina subiva da tempo è agli atti e la casistica insegna che soggetti come lui sono capaci di reiterare, ci aspettiamo che la procura lo arresti e lo rinvii a giudizio.

Condividi subito