ASP: CHIARELLI PROROGA PURE A CAPODANNO

Condividi subito

All’Azienda sanitaria di Potenza (Asp) il commissario Chiarelli e il direttore sanitario “pro tempore” Negrone continuano a prorogare la qualunque. L’ultima concessione temporale riguarda la gestione del sistema informatico e di radiocomunicazioni della Centrale operativa del 118. I due tecnici assunti, previo avviso pubblico, a tempo determinato nel 2015 tramite «un incarico professionale di natura temporanea» e «comunque per massimo un anno» non solo sono dopo oltre tre anni sempre al loro posto, ma vi rimarranno ancora. L’ingegnere Nolè e l’informatica Capobianco contrattualizzati nel 2015 «nelle more che gli uffici competenti portassero a termine l’appalto del sistema informatico Dires», appalto dopo oltre tre anni ancora non operativo, hanno ricevuto negli anni diverse proroghe che sono l’una il copia e incolla della precedente. «L’Asp non ha nel proprio organico professionalità adeguate» e per « evitare il cash del sistema del 118» sono due delle motivazioni ricorrenti nelle proroghe unite alla terza «l’appalto non è ancora operativo». In questo modo il contratto a tempo determinato per un anno si è trasformato in qualcosa di più. Quest’ultima proroga di Capodanno però ha una differenza. Durerà due mesi: il tempo di espletare le procedure per un nuovo avviso pubblico analogo a quello del 2015. I due “nuovi” tecnici che verranno scelti si insedieranno fin quando, chissà quando, l’appalto non diverrà operativo. Nolè e Capobianco potranno legittimamente ricandidarsi, anzi in questi tre anni avranno acquisito maggiori capacità, e rivincere l’avviso per risalire sulla giostra del «temporaneo» «nelle more che…»

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583