Le Cronache Lucane

CAMPOMAGGIORE CITTADINI ADDOBBANO LA PIAZZA

Grazie ad un gruppo di volontari arrivano le luci natalizie

Ci sono poche cose che fanno Natale come le luminarie. Perché quelle luci colorate, talvolta intermittenti, che disegnano nell’arie stelle comete o alberelli di Natale, colorano l’atmosfera e rendono tutto più accogliente, tutto ciò è accaduto a Campomaggiore , dove un gruppo di volontari del posto ha voluto dare un tocco di luce e vita nel piccolo centro del potentino.
La mobilitazione spontanea ha portato un gruppo di abitanti del piccolo comune, conosciuto come” La città dell’utopia”, ad addobbare la piazza principale del paese per l’imminente arrivo delle feste natalizie .
Così armati di buona volontà i volontari si sono ritrovati ad armeggiare con lampadine colorate, stelle luminose, e infine a realizzare un albero di Natale davvero particolare e bello. “Sono state giornate divertenti – ci ha spiegato Giuseppe Perriello, uno dei promotori dell’iniziativa,perché tutti abbiamo lavorato in modo diverso dal solito improvvisandoci creatori di decorazioni natalizie. Certo il risultato del nostro lavoro non è paragonabile alle grandi luminarie
che a volte si vedono in giro rimane peró l’orgoglio di aver contribuito direttamente a creare l’atmosfera natalizia nel nostro paese”. Aggiunge Perriello “l’iniziativa è partita lo scorso anno , la nostra raccolta ci ha permesso di illuminare parte della piazza, mentre quest’anno siamo riusciti ad addobbare tutta la piazza principale e la facciata del municipio e della Chiesa. Ovviamente siamo ambiziosi e
speranzosi di poter ogni anno migliorare ed ampliare l’opera.
Ringraziamo il Comune nella persona del sindaco Nicola Blasi per essersi messo a disposizione ,un ringraziamento particolare ad i numerosi privati che hanno aderito a questa iniziativa con le loro offerte. Ed un «bravi noi», cioè a tutti coloro che hanno aderito alla realizzazione delle opere , Giuseppe Rubino , Franco Balsamo,Giuseppe Biscaglia, Antonio Paternoster, Rocco Barone, Raimondo Cafarelli, Franco Dianò, Francesco Cafarelli e infine Don Claudio per aver messo a disposizione i locali parrocchiali , grazie a chi ha investito tempo e cuore promuovendo e realizzando questo piccolo miracolo. E per chi ha scelto di non partecipare, ci auguriamo che il risultato dei nostri sforzi invogli i tiepidi e gli indecisi per il prossimo anno. Concludiamo affermando che, anche in tempi come questi, l’unione fa la forza. Un piccolo segno per il nostro paese che non deve spegnersi né per le festività natalizie, né durante il resto dell’anno.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com