ARRESTI A POLICORO E RAPOLLA

Condividi subito

Si è aperto un week end davvero pieno di lavoro per le forze dell’ordine in Basilicata. Da Policoro a Bernalda, passando per Balvano fino a Rapolla, sono diverse le operazioni dei carabinieri in Regione che nella maggior parte dei casi si sono concluse con degli arresti. Sabato notte I carabinieri di Policoro sono intervenuti presso il parcheggio degli autobus perché erano state segnalate alcune persone che bivaccavano nella stazione. I militari dell’arma giunti sul posto sono stati aggrediti da un giovane rumeno di soli 20 anni. Il ragazzo per sottrarsi al controllo si è avventato contro uno dei carabinieri che ha colpito, offeso e minacciato. I carabinieri sono comunque riusciti a bloccare ed identificare l’aggressore, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale ed invasione di edificio. Poco distante, a Bernalda, ancora i carabinieri della locale stazione hanno arrestato un operaio rumeno di 31 anni. Il giovane STAVA SCONTANDO LA MISURA ALTERNATIVA ALLA DETENZIONE DELL’AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI PER REATI CONTRO IL PATRIMONIO COMMESSI NEL SUO PAESE. Per l’arresto si è rivelato decisivo un altro episodio di resistenza a pubblico ufficiale. I carabinieri di Balvano, invece, hanno denunciato alla Procura di Potenza tre cittadini rumeni di 20, 25 e 34 anni sorpresi a bordo della propria auto con attrezzi da scasso. Infine nel Vulture un cittadino tunisino di 49 anni è stato arrestato a Rapolla in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia. L’uomo ha cercato di colpire al capo con una sedia la coniuge e connazionale che con i figli si era rifugiata a casa di vicini. Proprio i figli della donna tunisina sono riusciti ad ostacolare l’aggressione del padre che pare già in passato avesse aggredito verbalmente e fisicamente con calci e pugni la consorte sempre in presenza dei propri figli. L’uomo è stato associato presso il carcere di Potenza. 

Condividi subito

Vittorio Laviano

335 6939972