POTENZA-MELFI: STANGATA DI 100 MULTE AL GIORNO

Condividi subito

 

Quel sottile confine tra imporre il Codice della strada e fare cassa. Potenza sembra averlo superato da un pezzo. Già due anni fa con l’invasione delle strisce blu in tutta la città si era classificata quasi tra le capitali delle multe, ma in questi ultimi mesi è riuscita a fare persino di meglio per difendere il titolo. Il Comune con l’installazione del nuovo autovelox sulla Potenza-Melfi proprio a ridosso del distributore Esso ha fatto macinare alla Polizia Locale una media di 100 verbali al giorno.
Secondo la delibera di Giunta numero 254 del 30 novembre 2018 il gettito di proventi provenienti da tutte le violazioni del Codice della Strada, e quindi anche dal nuovo autovelox sulla Potenza Melfi, dovrebbe portare alle casse del Comune una somma di quasi 5milioni. Detto in altri termini, ogni giorno il Comune governato dal sindaco Dario De Luca, per il solo 2018 ha incassato per le violazioni del codice stradale al giorno quasi 10mila euro.
I conti positivi hanno portato addirittura l’ufficio della Polizia Locale preposto alla gestione dei verbali, visto il numero elevato di sanzioni da smistare al giorno, al potenziamento dell’organico. Sembrerebbe che ci sia stato bisogno di personale in più proprio per poter gestire l’enorme quantitativo di multe che l’occhio elettronico sulla Potenza-Melfi cattura ogni giorno. l nuovo autovelox entrato in funzione dal 3 ottobre scorso sulla strada denominata “della morte” per il numero elevato di incidenti con vittime che si sono susseguiti in tutti questi anni servirebbe proprio a rendere l’automobilista più prudente. Una scelta più che condivisibile. Considerato che dal 2007 ad oggi i dati consegnano una trentina di vittime. Senza considerare i sinistri e le decine di vittime all’anno. Peccato che quella strada nasce come collegamento veloce anche per i tanti lavoratori che ogni giorno dal Potentino si concentrano verso Melfi nell’indotto della Fca. Il numero considerevole di multe al giorno che viene proprio da quell’autovelox, senza considerare che pochi metri dopo ne è stato installato un altro della Polizia Stradale, dovrebbe far riflettere però anche su un altro aspetto: è giusto multare chi non rispetta il Codice della Strada ma è altrettanto giusto stangare chi percorre quotidianamente quella strada per lavoro? Forse basterebbe mettere in atto semplicemente quell’ampliamento del tracciato che da tempo tutti i potentini aspettano.

Condividi subito