POTENZA, I VANDALI COLPISCO ANCORA

Condividi subito

Dalla febbre del sabato sera alle ferite della domenica mattina. Ma non solo. Il centro storico di Potenza continua a fare i conti con vandalismo, schiamazzi notturni e giovani che si ubriacano nei vicoli, imbrattano i muri degli antichi palazzi e disturbano i residenti. Uno «svago» insano. Ne restano vittime privati cittadini e beni pubblici. I vandali non si fermano davanti a niente. Non si spegne, dunque, l’allarme decoro nel cuore del centro storico, tante volte fatto suonare da residenti e commercianti. Basta guardare le immagini per rendersi conto che ormai le mura di via Pretoria sono diventate una lavagna per tutti quei giovanissimi che non hanno rispetto della storia lucana e dei beni pubblici e privati. L’ultimo caso è quello che riguarda le mura di palazzo d’Errico. Ignoti hanno pensato bene di imbrattare il palazzo recentemente restaurato per scrivere con lo spray una dedica d’amore, neanche tanto corta, sulle mura che costeggiano il vicolo nel salotto buono della città. Queste ultime risalgono probabilmente alla notte fra martedì e mercoledì. Quando Potenza era ormai addormentata. Perché qualsiasi cittadino, se avesse visto deturpare con spray blu l’angolo di largo d’Errico avrebbe quasi sicuramente reagito. E chiamato subito le forze dell’ordine. O almeno c’è lo auguriamo. Non è la prima volta che accade. Il fenomeno sembrava ridotto grazie alla videosorveglianza ma, evidentemente, c’è sempre chi si diverte a rovinare i beni comuni. Anche se sono antichi e preziosi palazzi nel cuore della città. Ma questa volta ci auguriamo che le telecamere abbiano ripreso il colpevole e i suoi eventuali complici per poter dimostrare che il vandalismo è pur sempre un reato

 

Condividi subito

Maria Fedota

3492345480