OSPEDALE CHIAROMONTE: «SPRECO DI SOLDI»

Condividi subito

Nicola Lista Presidente Movimento Difesa del Cittadino è tornato a denunciare il «clamoroso spreco di denaro pubblico da parte del governatore Marcello Pittella e dell’assessore regionale alla Sanità Flavia Franconi». La vicenda che ha già dato origine a un’inchiesta della Guardia Finanza, le indagini sono in corso, riguarda l’Ospedale di Chiaromonte. «Il governo regionale e le dirigenze Asp – sostiene Lista – hanno attuato il depotenziamento e la non fattibilità dell’Ospedale di Chiaromonte. Ma hanno provveduto a utilizzare ingenti somme di danaro pubblico per l’acquisto di attrezzature super costose ancora imballate, oppure per l’organizzazione di corsi di formazione per dottori e infermieri per specializzazioni oncologiche o ancora per la ristrutturazione di aree nuove da adibire a reparti, come il Reparto del Gozzo, mai aperti». In sintesi da una parte la Regione decide di chiudere il nosocomio chiaromontese, dall’altra si investono per lo stesso somme di denaro pubblico non si sa a quale fine. «Il rischio chiusura definitivo dell’Ospedale civile di Chiaromonte – denuncia Lista – è un fatto di estrema gravità che non può lasciare indifferenti le forze politiche in quanto, veder sospendere un certo tipo di attività da sempre garantite a tutti i pazienti della Valle del Sinni, Val Sarmento e la Valle Serapotamo, è un atto che va contrastato con tutte le forze».

«Purtroppo -conclude Lista -, ancora una volta l’utenza  paga sulla propria pelle scellerate scelte  politiche che hanno portato gravi disagi tra i cittadini e messo in ginocchio strutture ospedaliere importanti e baricentriche».

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583