MATERA 25 ANNI FA DIVENTA PATRIMONIO UNESCO

Condividi subito

Il 9 dicembre del 1993, 25 anni fa, a Cartagena, in Colombia, Matera, sesto sito in Italia, primo al Sud, viene inserita dall’Unesco, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura nel Patrimonio mondiale dell’Umanità. L’architetto tricaricese Pietro Laureano che istruisce e cura la pratica di candidatura, rilegge Matera come luogo geniale, abitato dal 6mila AC, dove le pratiche di abitazione nelle caverne si perpetuano in modo unico al mondo, ma dove soprattutto la raccolta dell’acqua e il modello di sostenibilità, di energia passiva, di architettura adattata, basata sulla comunità sono vincenti. Una visione che convince gli esperti dell’Unesco sul fatto che Matera e i Sassi fossero una realtà unica da proteggere e valorizzare. Quello della nomina a patrimonio mondiale dell’Unesco, fu il terminale di un lungo percorso di valorizzazione partito sul finire degli anni 70 e che produsse i suoi primi frutti solo nel 1986 con l’approvazione l’11 novembre della legge 771 sulla conservazione ed il recupero architettonico, urbanistico, ambientale ed economico dei Rioni Sassi e la salvaguardia del prospiciente altipiano murgico, di preminente interesse nazionale, con risorse pari 100 miliardi delle vecchie lire.

Condividi subito

Leonardo Pisani

3923214606