PARCO DEI BALOCCHI: OK AL COMMISSARIAMENTO

Condividi subito

La governance del Parco dell’Appennino Lucano, che comprende il direttore Vincenzo Fogliano e il presidente Vittorio Triunfo, non è capace di assicurare in maniera autonoma una sana e regolare condotta amministrativa e di conseguenza per garantire la funzionalità dell’Ente il ministro dell’ambiente Costa può procedere alla nomina del Commissario straordinario. La scossa d’assestamento finale prima che il terremoto istituzionale al Parco Nazionale dell’Appennino lucano raggiunga la massima potenza è stata registrata dai sismografi di Marsico Nuovo dove ha sede l’Ente. Il sussulto è giunto sotto forma di pec elettronica inviata dal Ministero dell’Ambiente. Il Commissariamento al Parco si farà e in tempi brevissimi. Gli uffici ministeriali hanno convenuto sull’opportunità di azzerare la governance dell’Appennino e procedere con la prassi della nomina del Commissario. La lettera dei funzionari del ministero, che hanno valutato bocciandola in pieno anche la difesa d’ufficio del governatore facente funzioni Flavia Franconi, il ministro Costa l’ha ricevuta e inoltrata ai vertici del Parco. A questo punto la prossima comunicazione sarà direttamente quella del decreto ministeriale che conterrà il nome del prescelto per traghettare l’Ente nei prossimi mesi fino all’insediamento del prossimo direttore. La fase transitoria del Commissariamento durerà perlomeno fino alle prossime regionali. In quanto Costa prima di procedere all’investitura del futuro direttore dovrà interfacciarsi col prossimo governatore lucano come prevede la prassi. Il secondo importante aggiornamento è che con il Commissariamento la terna dei papabili presentata a giugno scorso è azzerata. In quella terna c’è l’attuale direttore Fogliano che era presente anche in quella precedente fatta a gennaio scorso e annullata dal Ministero proprio perchè Fogliano non aveva i requisiti per partecipare alla selezione. Dopo le regionali, il Parco dovrà stilare una nuova rosa di nomi da candidare alla carica di direttore. E chissà se comparirà Fogliano anche in quell’occasione.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583