Le Cronache Lucane

VOGLIO LA “GRONDA” REALIZZATA DA “AUTOSTRADE PER L’ITALIA”

Autostrade per l’Italia si posiziona ai primi posti in Europa tra i concessionari di costruzione e gestione di autostrade a pedaggio con oltre 3.000 km di rete gestita in Italia.

Messaggi di allerta traffico
11:34 A14 Bologna-Taranto: code verso Bari – Sulla A14 Bologna-Taranto tra Porto Sant’Elpidio e Fermo in direzione Bari, è stato riaperto il tratto precedentemente chiuso a causa di un incidente in cui un mezzo pesante si era ribaltato all’altezza del km 278.8.
Al momento ci sono 4 km di coda tra Porto Sant’Elpidio e Fermo ed il scorre su una corsia attraverso uno scambio di carreggiata.
Per questo motivo è chiusa l’uscita di Fermo per chi viene da Bologna; in alternativa si consiglia di uscire a Porto
Sant’Elpidio.
Sul posto è presente il personale di Autostrade per l’Italia per segnalare ed agevolare il deflusso dei veicoli incolonnati.

Porto S. Elpidio-Fermo – Coda (A14 Km 279.5 – direzione: Pescara)  (30/11/2018 11:39) Coda di 4 km tra Porto Sant’elpidio e Fermo Porto San Giorgio per Ripristino incidente

GENOVA, AUTOSTRADE PER L’ITALIA DECIDE ESENZIONE DEI TRANSITI SULLA A10 TRA I CASELLI DI ARENZANO E GENOVA PRA’

Roma, 29 novembre 2018 – Per dare un contributo alle comunità locali, fortemente penalizzate dalla chiusura dell’Aurelia avvenuta il 26 novembre scorso nel tratto corrispondente, Autostrade per l’Italia ha deciso di liberalizzare, per le sei settimane necessarie al completamento della riparazione da parte del Comune di Genova, la tratta della A10 tra il casello di Arenzano e quello di Genova Prà, e viceversa. A partire dalle ore 19.00 di oggi, tutti coloro i quali entreranno e usciranno in autostrada dai due caselli citati non pagheranno alcun pedaggio su tale tratta.
L’iniziativa di Autostrade per l’Italia è stata condivisa nel corso di un incontro tra l’AD Giovanni Castellucci e il Sindaco Marco Bucci e proseguirà fino al momento in cui non sarà nuovamente percorribile il tratto corrispondente dell’Aurelia. Per usufruire dell’esenzione, sarà sufficiente inserire al casello in uscita il biglietto ritirato all’ingresso della tratta e la sbarra si aprirà automaticamente. Non cambia nulla invece per i possessori di Telepass, a cui non verrà addebitato alcun importo per la tratta percorsa.

AUTOSTRADE: TOTALMENTE FUORI LUOGO INTERPRETARE NOSTRE LETTERE AL COMMISSARIO COME AZIONE INTERDITTIVA DELLA RICOSTRUZIONE DEL PONTE

LA SOCIETÀ HA LAVORATO FIN DA SUBITO A SOLUZIONE PER LA RICOSTRUZIONE CHE GARANTISCE TEMPI MOLTO CONTENUTI

Roma, 23 novembre 2018 – In merito agli articoli pubblicati stamane dal Secolo XIX e da La Stampa, Autostrade per l’Italia chiarisce che quanto correttamente riportato si riferisce a una lettera di accompagnamento del progetto definitivo inviata dalla società al Commissario in data 15 ottobre 2018, in esecuzione degli impegni previsti dalla Convenzione. Successivamente Autostrade per l’Italia ha ulteriormente sviluppato il progetto fino al livello esecutivo e ne ha data pronta comunicazione al Commissario. Interpretare tali lettere come azione interdittiva della ricostruzione del Ponte è totalmente fuori luogo. Fin dai primi momenti dopo la tragedia, Autostrade per l’Italia ha lavorato a una soluzione di ricostruzione in linea con le aspettative delle Autorità locali e che garantisce tempi di ricostruzione molto contenuti.

GENOVA: AUTOSTRADE PER L’ITALIA, 343 NUOVI CONTRIBUTI ECONOMICI ATTRIBUITI A COMMERCIANTI E ARTIGIANI DELLA ZONA ARANCIONE.

Roma, 22 novembre 2018 – Autostrade per l’Italia ha erogato negli ultimi tre giorni 343 contributi economici ad altrettante imprese, commercianti e artigiani, le cui attività insistono all’interno della cosiddetta zona Arancione di Genova. Si tratta di attività commerciali che si trovano nella zona adiacente la zona Rossa e che, per effetto della chiusura delle strade di collegamento fra l’area a monte e a valle del Ponte, stanno subendo i maggiori disagi commerciali a causa della nuova viabilità.

Nonostante la riapertura di alcune di queste strade, la situazione non si risolverà nelle prossime settimane e per questo Autostrade per l’Italia ha deciso di erogare una seconda tranche di contributi economici a copertura e ristoro dei danni subiti fino alla data del 15 febbraio 2019, con l’obiettivo di dare un aiuto concreto e in tempi rapidi al superamento delle difficoltà.

Attraverso tre giorni di colloqui e incontri, tenutisi presso la scuola Caffaro di via Gaz, i funzionari di Autostrade per l’Italia hanno ascoltato con grande attenzione imprenditori, commercianti e artigiani per determinare l’entità di ogni singolo contributo erogato, prendendo come base le auto-dichiarazioni fornite dagli interessati e andando a coprire interamente le perdite registrate a seguito del crollo.

“Le somme erogate non solo coprono le perdite registrate ad oggi, ma anticipano i mancati guadagni delle imprese locali fino al prossimo 15 febbraio 2019, tenendo conto dell’andamento delle vendite nel periodo natalizio e senza considerare i progressivi miglioramenti di traffico che si verificheranno grazie agli interventi sulla viabilità della zona. Il 100% delle richieste presentate sono state accolte e la totalità dei contributi sarà versata entro venerdì 23 novembre. Già da lunedì 26 saremo nuovamente presenti in via Gaz per proseguire questa attività di supporto incontrando altre imprese (ne prevediamo circa un centinaio) ed in ogni caso non ce ne andremo finché non avremo incontrato ed aiutato tutti i titolari” ha dichiarato Massimo Iossa, dirigente di Autostrade per l’Italia e responsabile dell’attività di supporto alle imprese.

GENOVA: AUTOSTRADE PER L’ITALIA, NESSUN BLOCCO DEI TRASPORTI ECCEZIONALI SU A26

Previsti lavori di manutenzione. Nessun problema di sicurezza del viadotto

Roma, 21 novembre 2018 – La Direzione di Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia ha reso noto agli autotrasportatori che sono in corso lavori di manutenzione sul viadotto Pecetti in sola direzione Nord, la cui conclusione è prevista entro il prossimo dicembre. Come da prassi in tali casi, lo scorso 30 ottobre è stata pertanto emessa una prescrizione di carattere generale che prevede che il rilascio di autorizzazioni ai trasporti eccezionali con massa superiore a 75t per la tratta in questione avvenga dopo una specifica verifica da parte delle strutture tecniche preposte. Si tratta di una procedura ordinaria necessaria per consentire l’esecuzione in piena sicurezza di tale tipologia di lavori, nota a tutte le imprese di autotrasporto e applicata da tutte le concessionarie Aiscat sulla propria rete. Agli autotrasportatori in possesso di autorizzazioni già rilasciate prima del 30 ottobre, è stata coerentemente comunicata la nuova limitazione e la necessità di attendere l’esito delle verifiche – espletate in media in 2-3 giorni – prima di impegnare la tratta.
Si segnala peraltro che dalla giornata di oggi la prescrizione già emessa è stata integrata con una ulteriore indicazione che permette in via generale con autorizzazione il transito sul viadotto Pecetti ai trasporti eccezionali con massa fino a 108t e con velocità limitata a 15 km/h. Sostenere su queste basi che siano stati sospesi i trasporti eccezionali sulla A26, anche in relazione al reale stato di conservazione dei viadotti, è del tutto improprio e fuorviante.

Condividi subito

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com