LA “BOMBA” DI GIUNTA: NUOVI DG IN SANITÀ

Condividi subito

Con una sorta di incursione notturna l’attuale Giunta regionale retta dal facente funzioni Flavia Franconi ha piazzato la bomba politica di fine legislatura. Ormai sono saltati tutti gli schemi e col governatore Marcello Pittella sospeso e l’incubo per i dem della disfatta elettorale delle regionali è andato in scena nella notte il colpo di coda dell’attuale potere amministrativo. Sono stati nominati i nuovi direttori generali della Sanità lucana. Lorenzo Bochicchio sostituisce Chiarelli all’Asp. Fine della giostra anche per Maglietta al San Carlo sostituito da Angelo Cardone. Mentre All’Azienda sanitaria di Matera subentra a Montagano direttamente dalla sanità toscana, manco a farlo apposta, Joseph Polimeni. Ma vi è di più. Perché la Giunta ha anche confermato per altri 3 anni Edmondo Iannicelli alla guida dell’Arpab di Basilicata. Lo stesso Iannicelli si era candidato per un posto da Dg nella Sanità ma verosimilmente già sapeva le sue sorti poiché al colloquio non si è neanche presentato. E così in tarda serata, nello stupore generale, Polese & co. hanno messo a segno un altro colpo. E se Pittella, prima dello scandalo Sanitopoli, si era affannato a giustificare i commissariamenti del gennaio scorso come una necessità temporanea per far sì che la nuova Giunta dopo le elezioni nominasse i propri in perfetta autonomia, il vento è evidentemente cambiato. Sul fronte elezioni impera il temporeggiare, mentre su quello delle nomine c’è stato l’inspiegabile, si fa per dire, accelerata.

Proprio il Commissariamento di gennaio scorso rappresenta per Pittella, Franconi e altri uno dei filoni potentini dell’inchiesta Sanitopoli in quanto scrivono gli inquirenti l’atto non ha “nessun fondamento giuridico”. La stessa ratio applicata dalla magistratura nell’arrestare Pittella prima e nel sospenderlo poi si fonda proprio sull’evitare che Pittella, alla luce dei sospetti sui concorsi e appalti truccati nella Sanità lucana, potesse fare atti come quelli delle nomine.

Condividi subito

Ferdinando Moliterni

3807454583