SETARO ATTACCA LA VECCHIA AMMINISTRAZIONE

Condividi subito

In merito alla controversia creatasi dopo la chiusura della scuola di Ponte Giacoia, il sindaco di Muro Lucano Giovanni Setaro scrive una lunga lettera aperta ai cittadini, di cui riportiamo alcuni stralci.

<<Ho ritenuto necessario scrivere da Sindaco e da padre. In queste ultime settimane, mi dispiace dirlo, ma ho visto, sentito e affrontato situazioni al limite della fantasia. Con la mia amministrazione mesi fa abbiamo deciso di prendere in carico una istanza pervenuta dall’Istituto scolastico e dai genitori di Capodigiano e di Ponte Giacoia, dove con una richiesta ufficiale, si chiedeva di trovare una soluzione per eliminare o quantomeno ridurre il fenomeno delle pluriclassi, uno dei temi, tra l’altro, della campagna elettorale di Progetto Comune e probabilmente motivo della consistente fiducia da parte dei cittadini. L’unico metro di misura utilizzato nella decisione –spiega Setaro- è stato quello di valutare il costo straordinario e ordinario delle due strutture e Ponte Giacoia presenta spese maggiori. Purtroppo, ho continuato a vedere parte della popolazione arrabbiata, una frazione che vuole difendere il territorio anziché guardare ai problemi che si andranno a risolvere. Da Sindaco e da padre non potevo rimanere a guardare.  Il mio obiettivo è prima di tutto quello di ricucire lo strappo sociale che si è aperto in questi anni e che stavamo già ripristinando. Purtroppo in questa triste storia abbiamo visto “i signori del dissesto”, insinuarsi nuovamente approfittando della sensibilità dei cittadini per seminare odio e caos. Queste persone che oggi dicono di fare opposizione e si ergono a paladini della scuola, sono gli stessi che hanno creato il problema, questo è l’unico vero dato di fatto.Oggi quello stesso gruppo politico chiede di convocare un consiglio straordinario proponendo una mozione di indirizzo per chiedere alla giunta di riaprire il plesso di Ponte Giacoia contro ogni logica, contro il buon senso, probabilmente contro legge e cosa peggiore, giocando sulla pelle dei bambini. E’ stato costituito un comitato ad hoc che mi permetto di dire ha spostato il “problema scuola” da Ponte Giacoia presso la casa comunale sviluppando una questione politica, con azioni che in alcuni casi sono andate oltre la decenza. Addirittura è stata contattata l’ASP dallo stesso comitato che ha sollevato un’ulteriore serie di problemi dei quali non ne eravamo pienamente a conoscenza: Detto questo, siamo pronti a revocare la delibera nel momento in cui il comitato contribuisca ad effettuare i lavori rendendo nuovamente agibile la struttura.

Invito i cittadini di Ponte Giacoia a contribuire con idee e proposte per ridare lustro alla frazione>>

 

Condividi subito