BRANCO DI CINGHIALI ASSALTA RESIDENTI

Condividi subito

Ormai è emergenza cinghiali nel Vulture-Melfese. Non li vediamo solo nei boschi ma addirittura in prossimità dei centri abitati con grave rischio per l’incolumità delle persone, per non parlare di danni ai veicoli e alle colture agricole. A questo punto s’impone un intervento immediato delle istituzioni perché se al momento non si registrano danni alle persone ma solo alle cose e alle coltivazioni si tratta di una fortunata coincidenza. Le immagini che vedete sono state registrate nella frazione di Monticchio-Sgarroni e nei pressi dello stabilimento Gaudianello. Addirittura un branco di cinghiali è stato ripreso alle sei del mattino sotto l’abitazione di una famiglia che vive nella periferia di Melfi. Le organizzazioni professionali agricole parlano di circa 130 mila ungulati presenti in una regione come la Basilicata che ne può sostenere meno della sesta parte (circa 20mila). Nel 2017 ne sono stati abbattuti meno di 10 mila capi. La soluzione per fronteggiare il problema è trasformarlo in un certo senso in risorsa attraverso la nascita di un’azienda che compra le carcasse dei cinghiali abbattuti dai “cacciatori formati”, in Basilicata ammontano a circa 5.000, e rispettando le prescrizioni sanitarie dettate dalla legge trasforma le carni in prodotti per la distribuzione.

Condividi subito

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com