OSPEDALE SAN CARLO DI POTENZA : PER I 20 ANNI DI REUMATOLOGIA 2 APPUNTAMENTI 12-13 ottobre 2018

Condividi subito

Oggi 12 ottobre 1998, con l’apertura presso l’ospedale San Carlo di Potenza del primo ambulatorio, muoveva i primi passi il Dipartimento Regionale di Reumatologia della Basilicata, progetto innovativo voluto fortemente dal fondatore Prof. Ignazio Olivieri
Lo scopo era quello di limitare l’emigrazione sanitaria dei pazienti con patologie reumatologiche che, all’epoca, rappresentavano la principale causa di spostamento dei pazienti lucani verso altre regioni.
Di questo si parlerà oggi venerdì 12 ottobre, a partire dalle ore 14.30, presso l’Auditorium dell’A.O.R. “San Carlo”,alla presenza di tutti gli attori di questo “miracolo lucano” quali medici, infermieri, autorità politiche ed amministrative e, soprattutto, dei tanti pazienti che da sempre sono al centro di questo progetto.
Sin dalla sua costituzione il Dipartimento ha mostrato una forte vocazione per la ricerca scientifica, considerata requisito fondamentale per fornire una assistenza di eccellenza. In questi venti anni l’obiettivo di frenare l’emigrazione sanitaria non solo è stato raggiunto ma, addirittura, il trend è stato invertito. L’ultimo report annuale ha evidenziato che più del 30% dei pazienti afferenti agli ambulatori dipartimentali e quasi il 60% dei pazienti ricoverati provengono da altre regioni. Rilevanti sono anche i dati della ricerca clinica con più di 300 lavori pubblicati su prestigiose riviste internazionali con impact factor.

 

 

Afferma la dottoressa Angela Padula, direttore del Dipartimento :
“Questo deve rappresentare un punto di partenza e non di arrivo affinché il nostro Centro e la nostra Regione possano avere un ruolo sempre più significativo nel panorama reumatologico nazionale ed internazionale”.
Domani Sabato 13 ottobre, invece, si terrà, nel degli Uffici del nosocomio, con inizio alle ore 8.15, una giornata formativa rivolta agli specialisti sulle ultime novità nella gestione delle patologie reumatologiche croniche

CIAO IGNAZIO e NINO ovunque voi siate

 

 

 

 

 

 

È iniziato oggi, e prosegue domani 13 ottobre, all’A.O.R. San Carlo a Potenza il corso: VENTI ANNI DI REUMATOLOGIA IN BASILICATA – DOCUMENTAZIONE CLINICA. PERCORSI CLINICO-ASSISTENZIALI DIAGNOSTICI E RIABILITATIVI, PROFILI DI ASSISTENZA – PROFILI DI CURA.
Sulla base del regolamento applicativo approvato dalla CNFC, la Allmeetings Srl (Provider 2828) assegna alla presente attività ECM RES n. 2828-234830 Ed. 1 n. 3,3 Crediti Formativi per n. 300 Partecipanti MEDICI con qualsiasi specializzazione; INFERMIERI; BIOLOGI.

 

DESCRIZIONE:
Le patologie reumatologiche, tra cui quelle degenerative, quali l’osteoartrosi e l’osteoporosi, e quelle infiammatorie croniche, quali le artriti, le connettiviti e le vasculiti, colpiscono più di 5 milioni di italiani d’ogni fascia d’età e sono più di 150. Esse comprendono un gran numero di patologie differenti tra loro sia per il quadro clinico che per l’eziologia, sono essenzialmente caratterizzate dall’infiammazione di articolazioni, legamenti, tendini, ossa o muscoli ma possono coinvolgere anche altri organi e tessuti, quali cuore, polmone, rene, occhio, cute, vasi sanguigni, nervi, ecc..

 

Le patologie reumatologiche oggi costituiscono un enorme problema sanitario con un impatto notevole sia in termini economici che di qualità della vita. Fondamentale importanza riveste, pertanto, la diagnosi precoce per instaurare, fin dalle prime fasi di malattia, terapie in grado di rallentarne e/o bloccarne la progressione e prevenirne le complicanze.

 

 

 

In questo contesto riveste un ruolo di essenziale importanza la collaborazione tra Reumatologo, Medico di Medicina Generale e Specialisti di altre branche.

 

 

 

 

 

Obiettivo del corso è di portare all’attenzione dei vari professionisti della salute, attraverso relazioni, discussione ed approfondimento di conoscenze sui singoli aspetti delle patologie reumatologiche, la sintomatologia di presentazione necessaria per indurre il sospetto e l’avvio di percorsi diagnostici e terapeutici appropriati, con particolare riferimento ai farmaci innovativi.

La sua eredità per sempre!

Domenico Leccese

 

 

 

Condividi subito