Le Cronache Lucane

“ITAS” ROCCO SCOTELLARO COMPIE 50 ANNI IN VILLA D’AGRI

Il Ministero della Pubblica istruzione il 30 settembre 1968 nominava il geom. Giuseppe Di Marco, allora sindaco del comune di Marsicovetere, come Commissario governativo dell’Istituto a partire dal 1° ottobre

Se questa fosse una fiaba comincerebbe così:

«C’era una volta a Villa d’Agri un illuminato e lungimirante gruppo di imprenditori agricoli e di amministratori che capì che l’agricoltura delle loro terre doveva portarsi in pari con le più avanzate tecniche già adottate in altre parti d’Italia e che serviva una nuova generazione di imprenditori formati da una scuola specifica e all’avanguardia».

Questa, per fortuna, non è una favola ma la bella realtà dello Istituto Tecnico Agrario Statale (Itas) Rocco Scotellaro, che il 30 settembre 2018 compie 50 anni

Il Ministero della Pubblica istruzione il 30 settembre 1968 nominava il geom. Giuseppe Di Marco, allora sindaco del comune di Marsicovetere, come Commissario governativo dell’Istituto a partire dal 1° ottobre.

In tale data cessava di funzionare come Sezione staccata dell’Istituto tecnico agrario Statale di Lavello


Il sindaco Di Marco nel suo libro “Marsicovetere 19 anni di amministrazione comunale e storia di Villa d’Agri” racconta: “ebbi sentore che nella Basilicata dovevano essere istituiti due Istituti Tecnici Agrari e seppi pure che tale istituzione sarebbe stata data ai comuni che avrebbero potuto mettere a disposizione 40 ettari di terra buona, sita in zona di pianura ed accessibile con mezzi meccanici per creare l’Azienda necessaria per detti Istituti. Feci subito domanda per averne uno a Villa d’Agri e impegnai il comune a mettere a disposizione 40 ettari di terreno da staccare dal bosco ceduo Galdo.


Il 4 aprile del 1959 il Consiglio provinciale di Potenza, in una seduta molto burrascosa, deliberò l’istituzione di due ITAS: uno a Villa d’Agri e uno a Lavello.

Quest’ultimo, partì subito con un primo corso di 16 allievi, per rispondere all’esigenza di migliorare la professionalità di numerosi operatori economici occupati in agricoltura. L’anno dopo, ottenne l’autonomia amministrativa e nel 1962 diede vita all’azienda agraria in contrada Isca San Mauro, a circa dieci chilometri dalla sede principale.


Per l’Isitituto di Villa d’Agri,- scrive il sindaco Di Marco – la cosa sembrava andasse per le lunghe, senza aver ricevuto alcuna comunicazione da parte del Ministero della Pubblica Istruzione.

Qualche tempo dopo, quando il sindaco seppe che un Istituto Tecnico Agrario era stato istituito a Lavello, invitò il Sacerdote della Parrocchia di Marsicovetere, don Antonio Marinelli e quello della Parrocchia di Villa d’Agri, don Vito Russo, insieme al presidente dell’ECA, Maestro Francesco Amati, e il vice sindaco Giovanni Zipparri ad andare a Roma per far sentire la propria voce

… Continua

Domenico Leccese

Le Cronache Lucane
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com