GOVERNATORE Regione Basilicata “Il DECALOGO” di Antonino Imbesi : chi risponde a quei requisiti?

Condividi subito

Dal suo profilo personale Facebook Antonino Imbesi lancia una simpatica provocazione POLITICA che vi riportiamo integralmente
Antonino Imbesi

Da alcune settimane sto pensando ad un nome che voterei senza remore come Governatore.

Mi sono dato un decalogo di regole ovviamente:
1. Onestà, serietà, dignità, umiltá e lealtà (dati imprescindibili)
2. Capacitá e competenza indiscusse in settori che possano rilanciare la Basilicata (che senso ha avere per esempio un professionista che non ne capisca nulla di innovazione?)
3. Non avere altri mandati politici in corso (sinceramente odio chi è sempre buono, solo e solo lui, per qualsiasi incarico…)
4. Non abbia mai fatto nè il Consigliere regionale, nè il Parlamentare (il motivo penso sia chiaro..avere facce nuove!)

 

5. Non venire da fuori regione anche se lucano (se non hai vissuto in questa terra e magari hai vissuto nella bambagia fino a ieri, non potrai mai capire in fondo i suoi problemi…)
6. Aver dato qualcosa a questa regione nel passato (è una garanzia che il candidato abbia qualcosa da dare effettivamente…)
7. Avere una visione per il futuro (solo chi ha visioni prospettiche, può creare le necessarie opportunità per rilanciare la nostra regione…)
8. Avere esperienze amministrative (chi diventerà Governatore dovrà gestire una società di 500.000 azionisti lucani…Voi ci metterete “parenti e cugini” senza alcuna esperienza a dirigere la Vostra società?)
9. Sapersi esprimere perfettamente ed in maniera forbita in lingua italiana (ho troppe volte visto rappresentanti eletti o nominati ai massimi vertici che nemmeno conoscevano le basi della grammatica)
10. Conoscere almeno una lingua straniera ( in un mondo globale come quello odierno bisogna almeno conoscere bene l’inglese…)

Sono certo che le regole che mi sono dato siano condivisibili da tutti, qualunque sia la propria idea politica (ammesso che se ne abbia una di questi tempi…).
Ebbene devo confessare che di nomi in mente che rispettino tutti i principi che mi sono dato nella scelta me ne sono venuti davvero pochi.

Per essere più precisi solo un paio (magari ce ne sono tanti altri anche se dubito..).

I nomi a cui ho pensato, per il momento, non li faccio perchè non voglio influenzare il Vostro giudizio…ma pensateci bene anche Voi (se ovviamente concordate con l’indicato decalogo): chi risponde a quei requisiti?

Domenico Leccese 

Condividi subito