Angelo Borrelli riconfermato Capo del Dipartimento della Protezione Civile

Angelo Borrelli riconfermato Capo del Dipartimento della Protezione Civile

Capo Dipartimento: Angelo Borrelli
telefono: 06 68204601
e-mail: segreteriacd@protezionecivile.it

Il Capo Dipartimento assicura l’indirizzo, il coordinamento e il controllo delle attività del Dipartimento della Protezione Civile.

Alle dirette dipendenze del Capo del Dipartimento operano:

il Servizio organizzazione, pianificazione strategica e controllo interno;
l’Ufficio Stampa del Dipartimento;
il Servizio di Segreteria del Capo del Dipartimento;
il Servizio attività giuridica e legislativa;
un dirigente di prima fascia con compiti di consulenza, studio e ricerca

Il Vice Capo Dipartimento sostituisce il Capo del Dipartimento nei suoi compiti e responsabilità in caso di assenza, impedimento o nel caso sia vacante la posizione di Capo Dipartimento.

Vice Capo Dipartimento:
telefono 06 68204643
e-mail vicecapodipartimento@protezionecivile.it

Il Vice Capo Dipartimento supporta il Capo Dipartimento nello svolgimento delle sue funzioni, sostituendolo in tutti i suoi compiti e responsabilità in caso di assenza, vacanza o impedimento.

Inoltre il Vice Capo del Dipartimento:

– coordina le procedure volte all’individuazione dei Responsabili Unici del Procedimento, dei Direttori dei lavori e dell’esecuzione contrattuale, anche ai fini dell’organizzazione di specifiche unità di supporto;

– coordina la gestione dei Fondi Strutturali dell’Unione Europea, in attuazione dell’Accordo di partenariato 2014 – 2020, e la relativa integrazione con le risorse finanziarie nazionali;

– coordina le attività relative alla progettazione, programmazione, attuazione e monitoraggio degli accordi e delle convenzioni con altre amministrazioni o componenti e strutture operative, nonché all’implementazione di nuove tecnologie;

– coordina le attività relative al contenzioso.

Alle dirette dipendenze del Vice Capo Dipartimento opera il Servizio Contenzioso.

Ufficio del direttore operativo per il coordinamento delle emergenze

Direttore: Luigi D’Angelo
telefono: 0668204400
e-mail: ufficio.eme@protezionecivile.it

L’Ufficio del direttore operativo per il coordinamento dell’emergenze:

– coordina, con le sale operative, il monitoraggio delle informazioni provenienti dal territorio, in raccordo con le componenti e le strutture operative del Servizio Nazionale;

– a supporto dell’azione del Capo del Dipartimento, coordina la risposta operativa del Servizio Nazionale e dirige quella del Dipartimento in situazioni di emergenza;

– coordina la predisposizione e la successiva attuazione degli atti di indirizzo in materia di pianificazione d’emergenza e di attività esercitative, nonchè dei modelli operativi e di intervento per la gestione delle emergenze e delle esercitazioni sul territorio nazionale ed estero;

– supporta l’attività del Comitato Operativo della Protezione Civile;

– cura la partecipazione del Dipartimento al Nucleo Interministeriale Situazione e Pianificazione.

L’Ufficio si articola in:
Servizio Pianificazione di emergenza e attività esercitative
Servizio Supporto operativo per l’emergenza
Servizio Sala situazione Italia e Centro operativo emergenze marittime – Coemm
Servizio Centro Operativo aereo unificato – Coau
Servizio Mobilità e servizi essenziali

Competenze del Dipartimento

Il Dipartimento ha compiti di indirizzo, promozione e coordinamento delle attività del Servizio Nazionale della protezione civile.

Attraverso gli Organi collegiali del Servizio Nazionale – Comitato paritetico Stato-Regioni-Enti locali, Commissione nazionale per la previsione e prevenzione dei grandi rischi, Comitato operativo della protezione civile – il Dipartimento mantiene rapporti costanti con tutte le Componenti e Strutture operative nazionali per garantire le diverse attività previste dalla legge n. 225 del 1992.

Con i propri Uffici tecnici – che operano in stretto raccordo con le strutture di protezione civile delle Regioni e Province Autonome – e con il supporto dei Centri di Competenza, il Dipartimento si occupa quotidianamente di previsione e prevenzione dei rischi naturali e antropici. In particolare, garantisce il funzionamento del Sistema di allertamento nazionale attraverso la rete dei Centri Funzionali e promuove e realizza programmi e progetti per la riduzione e la mitigazione dei rischi.

Il Dipartimento ha, inoltre, un ruolo importante per l’indirizzo e coordinamento delle attività di pianificazione di emergenza realizzate dalle istituzioni territoriali e per la promozione e organizzazione di esercitazioni di protezione civile, utili a testare modelli organizzativi e procedure operative.

Presso il Dipartimento operano il Centro Funzionale Centrale, nodo strategico della rete dei Centri Funzionali che si occupa delle attività di previsione, monitoraggio e sorveglianza in tempo reale dei fenomeni naturali, e il Centro di coordinamento Sistema, presso la Sala Situazione Italia che monitora le situazioni di emergenza su tutto il territorio nazionale. Inoltre sono attivi presso la sede del Dipartimento il Coau, Centro Operativo Aereo Unificato, che coordina gli interventi della flotta aerea dello stato per la lotta attiva agli incendi boschivi, e il Coemm, Centro Operativo per le Emergenze Marittime.

Tra le competenze attribuite al Dipartimento c’è il sostegno al volontariato di protezione civile, così come specificamente previsto dal DPR n. 194 del 2001, il supporto alle attività di formazione per i diversi operatori del sistema, la promozione di iniziative per la diffusione della conoscenza della protezione civile e per l’informazione alla popolazione.

È inoltre compito del Dipartimento coordinare le prime attività di risposta a calamità naturali, catastrofi o altri eventi che, per intensità ed estensione, devono essere fronteggiati, con immediatezza d’intervento, con mezzi e poteri straordinari. Con la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale da parte del Consiglio dei Ministri, spetta al Capo del Dipartimento della Protezione Civile emanare le ordinanze che disciplinano i primi interventi da realizzare.

In ambito internazionale il Dipartimento della Protezione Civile promuove accordi e programmi tecnico-scientifici per implementare l’attività di previsione e prevenzione dei rischi, organizza ed interviene ad esercitazioni che coinvolgono diversi Paesi, partecipa a progetti di scambio e condivisione di conoscenze, di esperienze e di metodologie di intervento, contribuisce alla diffusione della cultura di protezione civile a livello internazionale.

Attraverso il Dipartimento l’Italia partecipa inoltre al Meccanismo Europeo di Protezione Civile. Il Meccanismo è uno strumento dell’Unione Europea che nasce per rispondere in modo efficace e tempestivo alle emergenze che si verificano all’interno e all’esterno dell’Unione, attraverso la condivisione delle risorse di tutti gli Stati membri.

In questi ultimi anni, nel settore internazionale, il Dipartimento della Protezione Civile ha svolto un importante ruolo sia di supporto al Meccanismo Europeo – attraverso l’impiego di esperti e squadre nelle principali missioni internazionali – sia di sostegno e promozione del dialogo e della sinergia tra le Nazioni Unite e l’Europa, con l’intento di fornire un contributo al miglioramento della risposta della comunità internazionale in caso di disastro.

Come per le emergenze nazionali, il Dipartimento può far fronte alle calamità in ambito internazionale a seguito della dichiarazione di stato di emergenza e dell’emanazione di ordinanze di protezione civile (legge n. 152 del 2005).

 

“Ringrazio il Presidente del Consiglio per la fiducia nel riconfermarmi al vertice del Dipartimento: è un riconoscimento del grande lavoro svolto da tutta la struttura. Sono onorato di proseguire nell’impegno assunto un anno fa”

 

 

 

 

 

 

Quando c’è un’allerta il sistema di protezione civile si attiva a tutti i livelli, a partire da quello comunale.

Ecco come

Leccese Domenico