Lo scrittore PHILIP ROTH è morto a 85 anni in USA 🇺🇸 & getta Premio PULITZER è solo #NOBELmorale2018 ha dato DISPOSIZIONE che tutti i suoi archivi vengano DISTRUTTI

Eterno candidato al Premio NOBEL, ha scritto alcuni dei capolavori della letteratura del Novecento quali “Pastorale americana” partendo dalle sue radici culturali e dalla società ebreo-americana
Lo scrittore #PHILIP_ROTH è morto a 85 anni in USA 🇺🇸 & getta #PremioPULITZER è solo #NOBELmorale2018 ha dato DISPOSIZIONE che tutti i suoi archivi vengano DISTRUTTI

“Quando, mentre scopava Drenka su alla Grotta, sua madre gli aleggiava sopra una spalla, come l’arbitro della home base, a baseball, che fa capolino dietro la schiena del catcher, Sabbath si era chiesto se fosse saltata fuori dalla figa di Drenka un attimo prima che lui ci entrasse; se era lì che lo spirito di sua madre se ne stava rannicchiato, in attesa di vederlo comparire.”
#PhilipRoth (re della letteratura contemporanea)

Roth è morto, “per insufficienza cardiaca”, all’età di 85 anni senza aver vinto il premio Nobel per la letteratura. Era nella lista dei candidati da anni ma all’Accademia svedese non piaceva: troppo scorretto, troppo irriverente per essere incoronato. Consola il fatto che non sarebbe stato l’anno di Roth neanche questo, visto che il Nobel è stato travolto dagli scandali e che il premio per la letteratura è stato cancellato e rimandato al 2019 praticaMENTE ROTH è il NOBEL MORALE alla letteratura 2018

“Tutto quello che ho per difendermi è l’alfabeto; è quanto mi hanno dato al posto di un fucile.” PHILIP ROTH

“La vita è solo un breve periodo di tempo nel quale siamo vivi.” PHILIP ROTH

“Il grosso scherzo che ti fa la biologia è che raggiungi l’intimitàcon una persona prima di sapere qualcosa di lei.”
PHILIP ROTH

“Tu sai che lo desideri e sai che lo vuoi fare e che nulla te lo impedirà. In questa fase nessuno dirà nulla che possa cambiarequalcosa.” PHILIP ROTH

“Cosa sei, tu? Lo sai? Tu sei quello che è sempre lí a cercare di minimizzare le cose. Sempre lí che si sforza di essere moderato. Mai dire la verità, se credi che possa ferire i sentimenti di qualcuno. Sempre pronto ai compromessi. Sempre pronto ad accontentare la gente. Sempre lí a cercare di trovare il lato migliore delle cose. Quello educato. Quello che sopporta pazientemente ogni cosa. Quello che ha una dignità da difendere. Il ragazzo che non viola mai le regole. Quello che la società ti ordina di fare, tu lo fai. Le norme della convivenza civile. Ci devi sputare in faccia alle norme della convivenza civile.” PHILIP ROTH

“Tu sai che lo desideri e sai che lo vuoi fare e che nulla te lo impedirà. In questa fase nessuno dirà nulla che possa cambiarequalcosa.” PHILIP ROTH

“La cosa migliore sarebbe dimenticare di aver ragione o torto sulla gente e godersi semplicemente la gita. Ma se ci riuscite… Beh, siete fortunati.” PHILIP ROTH

“Bisogna avere il gusto del potere, bisogna avere una certa spietatezza, per accettare la bellezza e non lamentarsi del fatto che essa offuschi ogni altra cosa. Come per ogni carattereeccessivo che isola e rende eccezionali (e invidiabili e, naturalmente, odiabili), per accettare la propria bellezza, per accettarne l’effetto sugli altri, per giocare con essa, per sfruttarla nel modo migliore, occorre sviluppare il senso dello humour.” PHILIP ROTH

“Nessuno attraversa la vita senza restare segnato in qualche modo dal rimpianto, dal dolore, dalla confusione e dalla perdita. Anche a quelli che da piccoli hanno avuto tutto toccherà, prima o poi, la loro quota d’infelicità; se non, certe volte, una quota maggiore.” PHILIP ROTH

“Un uomo non avrebbe i due terzi dei problemi che ha se non continuasse a cercare una donna da scopare. È il sesso a sconvolgere le nostre vite, solitamente ordinate.” PHILIP ROTH

“Voglio morire di gelosia. Mi parli di tutti gli uomini che ha avuto.”
PHILIP ROTH

“Sta scendendo il crepuscolo, e il sesso, il nostro più grande piacere, se ne sta andando a velocità supersonica, tutto se ne sta andando a velocità supersonica e ti chiedi come hai potuto essere tanto pazza da rifiutare anche la minima, la più squallida scopata.” PHILIP ROTH

“Quando sei stato sedotto da qualcosa, è bello non pensarci troppo e cullarsi nel piacere della seduzione.”
PHILIP ROTH

“Perché invece non godersi i momenti più belli della vecchiaia? O i momenti più belli della vecchiaia erano proprio questi, la nostalgia per i momenti più belli dell’infanzia, per il sottile virgulto che il suo corpo era allora.”
PHILIP ROTH

“La vecchiaia non è una battaglia, la vecchiaia è un massacro.”
PHILIP ROTH

“Negli anni della guerra, quando ero ancora alle elementari, questo era un nome magico nel nostro quartiere di Newark, anche per gli adulti della generazione successiva a quella del vecchio ghetto cittadino di Prince Street che non erano ancora cosí perfettamente americanizzati da restare a bocca aperta davanti alla bravura di un atleta del liceo.” PHILIP ROTH

Dal libro: PASTORALE AMERICANA

“Aveva imparato la lezione peggiore che la vita possa insegnare: che non c’è un senso. E quando capita una cosa simile, la felicità non è piú spontanea. È artificiale e, anche allora, comprata al prezzo di un ostinato estraniamento da se stessi e dalla propria storia.”
PHILIP ROTH

“Capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male e, dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando.”
PHILIP ROTH
“È la mancanza di rabbia che finisce per uccidere. Mentre l’aggressività depura o guarisce.” PHILIP ROTH
“Non era un uomo religioso, ma in quel momento ringraziò il cielo, dicendo ad alta voce: ‘C’è qualcosa in cielo che splende su di me’.” PHILIP ROTH
“Cosa potrebbe esserci di più erotico dell’apparente assenza in una donna eccitante di ogni intento erotico?” PHILIP ROTH
“L’unica cosa che volevo era riparare all’errore di aver cercato di migliorare le cose e tornare a casa per riprendere a vivere al meglio delle mie incapacità.” PHILIP ROTH
“Noi avremo presto in questo paese qualcosa di molto peggio di un governo di contadini e di operai – avremo la cultura dei contadini e degli operai.” PHILIP ROTH
“Il pericolo dell’odio è che, una volta cominciato a coltivarlo, hai cento volte più di quanto ti aspettassi. Una volta cominciato, non ti fermi più.” PHILIP ROTH

“Diventare una celebrità significa diventare un marchio di fabbrica. C’è il sapone Ivory, i Rice Krispies, e Philip Roth. L’Ivory è il sapone che galleggia; i Rice Krispies sono i cereali per la colazione che scoppiettano; Philip Roth è l’Ebreo che si masturba con un pezzo di fegato.” PHILIP ROTH
“Scrivere ti trasforma in una persona che sbaglia sempre. La perversione che ti spinge a continuare è l’illusione che un giorno, forse, l’imbroccherai. Che cos’altro potrebbe farlo? Fra tutti i possibili fenomeni patologici, questo è uno che non ti rovina completamente la vita.” PHILIP ROTH

Gli ultimi tempi da scrittore erano stati durissimi.
Roth aveva raccontato di scrivere in piedi, usando un leggio, a causa dei terribili dolori alla schiena.
Nel 2012 aveva annunciato al magazine Les Inrockuptibles di smettere di scrivere.

Domenico Leccese