Comune di Policoro ancora una soglia di valori fuori norma per utilizzo dell’acqua potabile

Condividi subito

Ordinanza – Divieto di utilizzo di acqua per uso potabile
In seguito alle analisi richieste dall’Amministrazione Comunale(prot.1E10052018 ore 21.47), al piano dei controlli e al monitoraggio effettuato, si comunica che è stata rilevata una soglia dei valori fuori norma.
Al fine di tutelare la salute dei cittadini è, pertanto, emessa ordinanza del Sindaco n. 5341 con la quale è fatto divieto di utilizzo dell’acqua per uso potabile.
Consapevoli delle implicazioni di tale evento, si raccomanda alla cittadinanza di confermare l’encomiabile senso di responsabilità già mostrato in precedenza.
F.to Il Sindaco 
Dott. Enrico MASCIA

Domenico Leccese 

AGGIORNAMENTI

 

 

 

 

REG. PUBBLICAZIONE N. 475
PUBBLICATO ALL’ALBO PRETORIO ON LINE DAL 10.05.2018 AL 25.05.2018 IL MESSO COMUNALE

CITTA’ DI SCANZANO JONICO
Provincia di Matera
Segreteria del Sindaco
Piazza dei Centomila, n° 11 – Tel. 083s/9s2911 – Fax 0835/952952 cod. fiscale 81001190776 – www.comune.scanzanojonico.mt.it

ORDINANZA N. 54 del 10.05.2018 – PROT.7467

IL SINDACO

VISTA la nota dell’Azienda Sanitaria Locale – Matera – Dipartimento di prevenzione Collettiva della Salute Umana – U.O. lgiene degli Alimenti e della Nutrizione pervenuta- a mezzo pec- nella serata del 10.05.2018 alle ore 21,50 con la quale è stato comunicato la non potabilità dell’acqua erogata dall’Acquedotto Lucano perl’abitato di scanzano J.co ;

ATTESO che la suddetta nota costringe ad agire in via cautelativa, prescrivendo il divieto di usare l’acqua corrente come bevanda e per la preparazione dei cibi, restando idonea al solo utilizzo per l’igiene personale e dei locali per I’intero territorio comunale servito dalla medesima rete di approvvigionamento;

RITENUTO di dover provvedere al riguardo;

DATO ATTO:
– che non è necessaria la comunicazione di avvio del procedimento agli interessati e a quanti
individuati agli artt. 7 e g legge 241t1990 e s.m.i., attese le particolari esigenze di celerità del
procedimento avente ad oggetto le finalità sottese al consumo dell’acqua, risorsa primaria per I’attività umana;
– che, pertanto, il presente atto non dispiega effetti preclusivi che incidono sulle posizioni giuridiche soggettive dei destinatari, legittimando questi ultimi a tutelare i propri interessi in un contraddittorio con l’amministrazione procedente;

VISTE le attribuzioni del Sindaco quale autorità sanitaria locale, ai sensi dell’art. S0, comma 4, del D.lgs. n.26712000 (Testo Unico delle leggi sull’Ordinamento degti Enti Locali), dell’art. 13 della legge n. 833/1978 (lstituzione del Servizio Sanitario Nazionale) e deil’art. 117 det D.tgs. n. 11211998 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 mazo, n. 59) e dell’art. 3, comma 3, del D.P.R. n. 32711980 (“Regolamento diesecuzione della Legge n.2g311g62,,);

VISTI:
il Testo Unico in materia di leggi sanitarie;
l’art. 50, V comma, del D.lgs. n. 267\2OOO;                                                                                                                                                                                                                                                                                                   l’art. 5 del D.M. del 27/O3/1991;
il D.lgs. n.31/2001;
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  gli artt. 7 e ss, Legge n.241/1990 e s.m.i.;

ORDINA

E’ VIETATO, in tutto il territorio di Scanzano J.co, sino a nuovo ordine, l’uso e consumo dell’acqua a scopo potabile, in particolare l’uso dell’acqua come bevanda e per la preparazione dei cibi, restando idonea al solo utilizzo per l’igiene personale e dei locali;

INFORMA

Che appena possibile saranno comunicati i punti in cui stazioneranno le autobotti che l’Acquedotto Lucano renderà disponibili ;

Che il presente atto sarà suscettibile di revoca non appena, saranno riscontrati valori conformi, a norma di legge, al consumo dell’acqua come bevanda o per la preparazione dei cibi, a seguito delle debite verifiche degli organi competenti;

DISPONE

che al presente provvedimento, venga data la massima pubblicita e diffusione mediatica, demandando al Comando di Polizia Municipale gli adempimenti al riguardo necessari, nonché:
. pubblicata all’Albo Pretorio delComune di Scanzano J.co;
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         . pubblicata sul sito internet del Comune di Scanzano J.co ;

nonché trasmessa all’ A.S.L. – Matera – Dipartimento di Prevenzione Collettiva della Salute Umana – U.O. lgiene degli Alimenti e della Nutrizione, all’Acquedotto Lucano ed all’A.R.P.A.B e alla Prefettura

La presente ordinanza viene inviata per opportuna conoscenza e competenza al Comando di Polizia Municipale e alle Forze dell’Ordine.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Potenza o, in via straordinaria, al Capo dello Stato, rispettivamente entro sessanta e centoventi giorni dalla data di notifica della presente ingiunzione.
Scanzano 10.05.2018

IL SINDACO Avv. Raffaello Carmelo RIPOLI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ANCHE IL COMUNE DI NOVA SIRI MARINA HA EMESSO ORDINANZA 

“Ho appena pubblicato l’ordinanza di divieto dell’uso dell’acqua potabile nel territorio di Nova Siri Marina a seguito della comunicazione di Asm relativa ad un controllo fatto lunedì scorso sui trialometani nel serbatoio di C.da Fattore i cui risultati sono arrivati questa sera. Il valore dei Trialometani è di 37 mcg/litro. Visto il protrarsi di tale fenomeno, sto procedendo a presentare denuncia dei fatti presso le autorità competenti CON ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA affinchè vengano accertate eventuali responsabilità degli enti coinvolti. Tutto questo al fine di comprendere le cause per tutelare la salute, la sicurezza e l’immagine di Nova Siri.”

 

Condividi subito