«GIUSEPPE E’ STATO UCCISO»

Condividi subito

Di Filippo D’Agostino
SANT’ARCANGELO. Il cane pastore Wendy è ritornato sabato scorso in Basilicata a Sant’Arcangelo per le ricerche di Giuseppe Sansanelli (nella foto) il giovane scomparso il 23 dicembre e ritrovato morto in un pozzo il 17 gennaio in contrada Sant’Elia. La recente investigazione molecolare è stata rivolta soprattutto ad individuare i vestiti che il giovane indossava prima di essere ritrovato nel maledetto pozzo completamente nudo. È stata nuovamente perlustrata l’intera zona del territorio ed inoltre ci si è spinti anche in terreni viciniori scoscesi e difficilmente accessibili, ma nulla è stato purtroppo ritrovato. Le scarpe di Giuseppe invece vennero fuori in maniera strana ed inconsueta il 23 gennaio scorso e giacevano nell’ambito di un terreno già più volte rivisitato e ricontrollato dalle Forse dell’Ordine, dai Vigili del Fuoco e da tanti Gruppi di Volontariato.
Ciò che scaturì da tale scoperta fu il fatto che dette calzature erano completamente lucide e pulite pur essendosi verificate in quel periodo piogge e temporali quotidiani con fango dappertutto. Qualcuno si adoperò a far ritrovare quelle scarpe per cercare di deviare le indagini?
«Giuseppe era tranquillo la mattina della sua scomparsa ed amava la vita e mai si sarebbe suicidato soprattutto a Sant’Arcangelo dove abitano i nonni che lui amava tanto e mai avrebbe pensato di dare a loro un dolore così grande ed incancellabile» dice al Roma la mamma Lucia che aggiunge: «Il mio Giuseppe è stato ucciso e portato lì da qualcuno che ben conosceva la contrada. Giuseppe non conosceva quella zona e mai c’era stato e non poteva sapere che c’era un pozzo dove potersi buttare anche perché la struttura quel maledetto pozzo è simile e pertanto facilmente scambiabile per un casupola tipo pollaio..Giuseppe è stato ucciso». Un mistero che scuote l’intera Comunità santarcangiolese ed i paesi limitrofi che ha interessato milioni di Telespettatori di “Chi l’ha Visto” che probabilmente, così come ci anticipa Pietro Valenzano collaboratore della nota trasmissione televisiva che così ci dichiara «Bisognerà attendere ancora il risultato dell’autopsia che potrà chiarire diversi aspetti di quanto accaduto. Noi siamo in continuo contatto con i Genitori di Giuseppe e l’avvocato della famiglia che puntualmente ci informano degli sviluppi e sicuramente la nostra attenzione umana e professionale darà il suo contributo appena ci saranno delle novità».

Condividi subito