Luigi Di Maio, il grillino “che ci mette la faccia” ora studia da premier con metodi fascisti

Condividi subito

Luigi Di Maio il grillino che ci mette la faccia?

Il metodo dei pentastellati

Luigi Di Maio, il suo M5s ordina agli adepti:

 

“Fate a pezzi gli avversari con nefandezze e foto imbarazzanti”

 

Ecco a voi servito il metodo del M5s: “Trovate nefandezze e foto imbarazzanti”.

 

La loro campagna elettorale?

Sputtanare nel privato gli avversari. È quanto dimostra un ordine dato agli adepti del Movimento, di cui dà conto il sito Corriere.it.

Nero su bianco, in vista del 4 marzo, viene chiesto a candidati e simpatizzanti di indagare sugli avversari col fine, appunto di sputtanarli.

Le parole utilizzate sono agghiaccianti: “Fate a pezzi gli avversari, tirate fuori tutto quello che è negativo“, rivela Il Gazzettino.

E ancora: “Tirate fuori tutto il peggio sui candidati degli altri partiti”.

La direttiva interna è firmata da Ferdinando Garavello, responsabile della comunicazione in Veneto del Movimento 5 Stelle.

Interpellato sempre dal Gazzettino, tal Garavello prova a difendersi parlando di “un’operazione trasparenza”.

Forse, però, dovrebbe tenere a mente le parole pronunciate dal guru e fondatore del M5s, Gianroberto Casaleggio, che nel 2014 si scagliò contro “i professionisti del fango”, invitandoli a “non perdere il loro tempo”. Ma quella era un’altra epoca, evidentemente.

E Luigi Di Maio, su questa vicenda, che dice?

Domenico Leccese

Condividi subito